martedì 11 ottobre 2016

Cos'è il coraggio


Il coraggio
con Eugenio Buonaccorsi e un grande Moni Ovadia 

(dura più di un'ora ma questo video lo si può ascoltare mentre si riordina)



19 commenti:

  1. Risposte
    1. La gioia della tua presenza, Loretta, e quella più sotto di un'assenza. Che strana la vita.
      Torna Loretta, per favore, appena avrai un poco di tempo. Ti abbraccio e grazie.

      Elimina
  2. ciao Sarì, forse già lo sai, è venuta a mancare la comune amica Ambra, ho letto poco fa la notizia sul suo blog http://senecamilano.blogspot.it/ Ho voluto comunicartelo nel caso non lo sapessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesco. Che tremenda notizia è mai questa... solo pochi giorni fa aveva scritto qui e adesso...

      Elimina
    2. siamo un po' più soli nel web

      Elimina
    3. E così mi sento anch'io.

      Elimina
  3. non ho l'abitudine di riordinare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... allora mentre disegni, mangi, limi le unghie, guardi il paesaggio dalla finestra, rimiri il disordine, dipingi le pareti, ricuci il bottone dispettoso, cucini, ecc...
      Ciao :)))

      Elimina
  4. Ciao Sari, ho ascoltato ... in effetti è lunghetto ma è un pensiero profondo, meditativo; probabilmente ci spinge a non accontentarci, a guardare oltre le nostre radicate e spesso non buone, visioni e vizi ... la storia poi dei due ebrei che discutevano per la terra e il rabbino che "parla" con la terra e gli dice che il posto è di chi ci vuol andare per primo è davvero esilarante ma nel contempo profondo ... fa capire come oggi la gente litiga e si complica la vita per cose stupide e banali ... una volta morti siamo tutti uguali ... la vita non va scodellata come un piatto! la vita va vissuta! Grazie per questo bellissimo insegnamento! a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occorre che qualcuno ci riporti a quei valori che abbiamo accantonati e gli scrittori, i pensatori, i filosofi e i cantastorie hanno anche questo compito: riportarci al nostro ripensarci tanto coraggiosi da chiamare le cose col loro nome.
      Ciao Stefania, a presto.

      Elimina
  5. Vorrei dirti che ho ascoltato ma le bugie non mi vengono bene...facciamo così, domani...no domani esco...domenica non esco, va bene? sono sicura che vale la pena ascoltare perché le tue scelte sono sempre molto ben motivate! Intanto un bacione, mi aspetti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco una Lili bugiarda e non vorrei conoscerla neppure oggi... eheheh...
      Se credi, puoi abbreviare l'ascolto andando direttamente al minuto 20.00, quando interviene Ovadia che è chiaro e lo si ascolta facilmente.
      Grazie per la stima, ti aspetto e ricambio il bacione.

      Elimina
  6. Ho ascoltato e dopo tante profonde riflessioni sul coraggio,di persone anche rimaste sconosciute poichè la scelta delle loro libere azioni sembrò quasi ovvia sebbene nascosta e taciuta come quella della venditrice di pane berlinese al tempo della guerra mondiale, o di tutti coloro che attualmente sentono di dover stendere la mano ad uno che sta per annegare, resto ammutolita ma anche consenziente al loro coraggio. Il coraggio non appartiene a chi non ha paura, ma solo a chi ascolta la voce della coscienza pur avendo paura, perchè riconosce nell'altro solo la sua stessa umanità, o come disse Einstein, la sua stessa ed unica razza, quella umana.Ciao cara amica, grazie per avermi aspettato ed anche per averci proposto le parole di Moni Ovadia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il coraggio viene dalla coscienza, quindi... quella che, prima di muovere il passo muove il cuore. Sì, è come dici. Grazie a te.
      Ciao.

      Elimina
  7. Aspetto di avere un po' di tempo "tranquillo" ....

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.