lunedì 16 ottobre 2017

Ben arrivato!

Lungamente atteso, finalmente è arrivato: è  vestito di nero satinato con  particolari in  acciaio opaco, è piccolo ma contiene il mondo e la mia non è un'esagerazione perchè sto parlando del nuovo computer che aspettavo da tempo.
Nuovo il sistema operativo, nuovi i programmi e nuova la tastiera a sostituzione della vecchia a cui avevo consumati i tasti..  e tutte queste novità le sto vivendo come una piacevole avventura. 
Potremmo vivere, ormai,  senza un computer?  Io non potrei perchè  questa scatoletta offre così  tante opportunità a cui è difficile rinunciare.
Benvenuto dunque al mio nuovo pc a cui non ho ancora dato  il nome. Woodstock, Scout, Pico o forse  Miss Marple?  Ancora non so...



sabato 7 ottobre 2017

L'amore è dappertutto

In questo nostro tempo, il male produce così tanto rumore da far pensare che il Bene sia scomparso. Invece l'amore c'è, circola, si sbriciola nelle nostre giornate e le sostiene. L'amore, senza tanti clamori, Ripara,  scorre e produce.


.

venerdì 29 settembre 2017

Importanza del sapere

Ieri ho incontrato un medico specialista e dal colloquio sono uscita soddisfatta perché ho trovato una persona competente, in ascolto e interessata... ma quel che mi ha rassicurata, e in qualche modo stupita, è l'avere incontrato un professionista che SA.
Il pescatore vede nel cielo azzurrissimo una nuvoletta piccina appoggiata all'orizzonte e dice che nel pomeriggio pioverà. Ai più pare impossibile ma lui sorride sicuro perché SA.
Il filosofo conosce la storia, gli uomini, e dagli accadimenti del giorno riesce quasi a prevedere quel che accadrà. Lo può perché SA.
Credo che i malanni del nostro tempo possano derivare dal fatto che troppe persone si credano capaci mentre, in realtà, non sanno e combinano guai.
Il SAPERE è reale conoscenza, consapevolezza, comprensione e capacità di raccordare utilmente tutte le informazioni necessarie a raggiungere un fine.
Evviva chi SA e abbasso chi pretende di sapere.


domenica 3 settembre 2017

Quel che è giusto


"È giusto che chi viene accolto in un paese diverso dal proprio rispetti le sue leggi e la sua cultura. Su questo non c'è dubbio. C'è solo da domandarsi quale sia la cultura da rispettare quando parliamo di donne qui in Italia. Questa dovrebbe essere la maggior preoccupazione, anche di chi fa informazione. E parlare di più di violenza contro le donne sotto tutti gli aspetti. Sempre"

Cosi scrive la brava Laura Berti sui dati strumentalizzati che riguardano la violenza sulle donne. (L'articolo è qui)
Verrà il giorno in cui ogni donna violentata (in qualsiasi modo e non solo sessualmente) potrà denunciare il fatto senza sentirsi additata o messa alla gogna.
Verrà il giorno in cui ogni uomo, leggendo di un fatto terribile perpetrato ai danni delle donne potrà dire: IO NO, MAI  POTREI.


martedì 29 agosto 2017

Cos'è vero

In questa estate di sgomberi al grido di "legalità legalità!" per fatti che riguardano i cittadini e non certo i personaggi che ci governano, svetta la foto del poliziotto che consola una donna sgomberata in lacrime. La signora non è la solita "giovane e bella" e quindi non ci sarebbe da equivocare perciò il gesto mi impensierisce perché stride con lo svolgimento dei fatti in corso.
I fatti. Quel mattino la polizia è intervenuta in assetto di antisommossa per sgomberare i locali che chi scappava da torture e violenze abitava da anni. L'ordine impartito era quello di spezzare le braccia a chi avesse reagito e chi scappava da quella inaudita violenza, anche donne e bambini, è stato rincorso e non ho ben chiaro dove si pensava dovessero andare quella centinaia di persone di cui si è detto "debbono sparire".
Il poliziotto che si è fermato davanti a una donna piangente, un attimo prima aveva eseguito quegli ordini. L'attimo dopo quel momento di tenerezza sicuramente avrà ripreso ad eseguire gli stessi ordini e quindi non riesco a capire come possano coabitare nella stessa persona, quasi negli stessi istanti, due atteggiamenti così opposti.
Quell'episodio ha sicuramente giovato e stemperato la crudeltà dei fatti perché ora non si parla che del volto umano della legge e non dell'incredibile violenza di cui sono stati fatti oggetto persone inermi. Potenza dei media...


lunedì 28 agosto 2017

Aforisma

In una società
(In ogni società)

Il primo seme di violenza
(La prima forma di violenza)

È l'esclusione sociale.

Sari

venerdì 4 agosto 2017

Buon compleanno Arcangela


Tanti auguri amica mia
L'affetto mio e di chi ti vuole bene
Sia fonte di sicurezza e allegria.
:-))))))))

mercoledì 26 luglio 2017

Sosta forzata

Si sa, i bambini s'ammalano sempre nei giorni festivi, le otturazioni a "quel" dente saltano il venerdì sera e perciò come stupire se il mio amato pc mi ha lasciato in tempo di ferie?  Arrivederci quindi a computer nuovo, a settembre, ma ogni tanto verrò a farvi visita nei vostri blog
 Buona estate.

domenica 16 luglio 2017

Questioni morali

Scriveva Enrico Berlinguer 36 anni fa:

"I partiti non fanno più politica,  
i partiti hanno degenerato 
e questa è l'origine dei malanni d'Italia"

----------------------------------

Scrive, oggi,  il Magistrato:

"Con i processi si va in cella, ma è la politica 
che deve dire se certe condotte, 
oltre il rilievo penale, 
sono compatibili con ‘l’onore’ richiesto dalla Carta"

Più chiaro di così non poteva essere l'eccellente  Piercamillo Davigo.  Mi auguro che gli italiani non si siano ormai abituati a digerire di tutto e condannino,  nel privato delle coscienze e (conseguentemente) nelle cabine elettorali,  certe parole, certi fatti e comportamenti.