domenica 20 novembre 2011

Bimbi






.

12 commenti:

  1. ...è un immagine che risveglia il mio ricordo... sembra il paesaggio che mi avvolgeva quando ero bambino...
    grazie

    ciao
    giordan

    RispondiElimina
  2. Complimenti SARI, è bellissima!E' una poetica cartolina di bimbi felici in un paesaggio fiabesco.Mi piace pensare che ce ne siano tanti...ma temo di sbagliarmi.

    RispondiElimina
  3. Bella! Andiamo insieme in quella chiesetta, in fondo al paese?

    Un bacione.

    RispondiElimina
  4. Caro Giordan, mi pare di capire che sei stato un bimbo felice... questa è un'ottima maniera di cominciare la vita e credo tu lo sappia.
    Io sono nata in centro città e i miei ricordi piccini sono in piazza Maggiore, con le vetrine illuminate e il traffico che spaventava tanto mia madre che, avendo tre figli e solo due mani temeva per noi.
    Ciao Giordan, il tuo ricordo mi ha fatto piacere.

    RispondiElimina
  5. Di bimbi felici ce ne sono, Lili cara, solo che i motivi di contentezza sono così tanto diversi dai nostri da farci credere che non ne esistano.
    Ciao con abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Ed io aspetto lì, Cangala bella, porto lo slittino?

    RispondiElimina
  7. Impazzisco per queste immagini, sono ricordi di un'infanzia che ritorna spesso con piacere.
    Farei una collezione di queste cartoline, ma fino ad ora ne ho trovate poche.
    Pensare che abitavamo a Bologna tutte e due, tu ed io, Sari :)
    Chissà se ci siamo mai incontrate...
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  8. Anche a me piacciono queste immagini, Lara e non mi meraviglia che piacciano anche a te, così solare.
    A Bologna non ci siamo sicuramente incontrate perchè sei molto più giovane di me ma potrà succedere adesso, chissà...
    Io abitavo in via De' Fusari e ricordo quella breve strada profumata da una piccola fabbrica di caramelle... e ricordo un garage per biciclette con la scritta: deposito. Quante cose sono cambiate da allora... ma vi torno volentieri per respirare la mia infanzia.
    Ciao Lara cara.

    RispondiElimina
  9. Mamma aveva tante cartoline così, piene di delicatezza e di dolcezza......ora anche i biglietti di auguri sono spesso pieni di personaggi dei fumetti se non peggio.....
    Non so dove siano finite......

    RispondiElimina
  10. Ho conservato le cartoline dei miei genitori e quelle mie, fino a che il telefono non è diventato quel gran prepotente che è.
    Erano tenere, sì, le nostre cartoline ma mi chiedo che presa abbiano sui giovani. Erano belle solo perchè nostre?
    Ciao Nonnatuttua cara.

    RispondiElimina
  11. Ciao, che bella è questa immagine! Fà rivivere il Natale di un tempo trascorso e lo spirito!!
    I bimbi con il nasino schiacciato ai vetri per curiosare attraverso le finestre..le luci intorno! Ora guardare attraverso i vetri di una casa è pericoloso, non sai mai chi trovi dalla parte opposta e se è accettata una tale"intrusione di curiosità"..I ragazzi di oggi che apprezzano ancora il Natale ci sono e che guardano queste cartoline pure..ma quanti saranno?!!Forsi pochi, forse moltissimi!!?? Chissà.. Credo che dipenda anche da noi tramandare queste bellissime cartoline e farle apprezzare ai nostri figli..oltre a tramandare anche lo "spirito" del Natale!!Cosa assai importante e che per me non dovrebbe morire mai! Un abbraccio mia dolce Sari!

    RispondiElimina
  12. I ragazzi ameranno queste cartoline quandoa vranno qualche anno in più... ora sono imbottiti di cartoons violenti e se ne sentono attratti. Aspetta che abbiano voglia di dolcezza e...
    Un abbraccio anche a te.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.