Questo blog non raccoglie dati e non ha accesso a quelli dei commentatori - E' libero dalla pubblicità e da qualunque forma di guadagno. I cookie presenti sono quelli che usa Blogger per la funzionalità del blog vocedivento, dati a cui il conduttore non ha accesso -

venerdì 19 gennaio 2018

Elena Ferrante, la scrittrice italiana più letta e tradotta, sarà editorialista del "Guardian Weekend"  dove terrà una rubrica settimanale.  
Scriverà trattando di argomenti seri o leggeri e lo farà da par suo... beato chi la leggerà.  Anche la sua editrice lo pensa scrivendo: "Non vediamo l'ora di vedere dove ci porterà". 

E sul caso molestie verso le donne la Ferrante dice la sua:

"La forza dei piccoli e grandi Weinstein, che si trovino al centro del mondo o in posizione marginale, è non soltanto di non provare alcuna vergogna di fronte alle diverse forme di stupro alle quali ci sottopongono, ma anche di farci credere, con un meccanismo ripugnante, che siamo noi a doverci vergognare".
Qui l'articolo:

Sacrosante parole, signora Ferrante. 
E' istruttivo il parere di persone come lei che sanno riportare i fatti così come stanno, senza scadere nel pro o contro in cui sguazzano diversi giornali. 




13 commenti:

  1. Ammetto di non aver mai letto nulla pur conoscendola di fama. Vedrò se on line saranno recuperabili i suoi editoriali per leggerli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena Ferrante è una persona così intelligente che non ti deluderà.
      Ciao.

      Elimina
  2. vedi il caso: ho iniziato proprio ieri "l'amore molesto". l'avevo sentita nominare ma non avevo ancora avuto desiderio e curiosità di leggere qualcosa. direi che, come supponevo, non è proprio il mio genere, neppure stilisticamente. ma è solo la prima impressione. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel titolo che citi non l'ho letto e adesso ho poco tempo per la lettura ma è in lista. Sappimi dire se avrai cambiato idea su quel genere letterario.
      Ciao.

      Elimina
    2. no, sono oltre la metà (è solo un racconto di 100 pagine e poco più) e non ho cambiato idea. mi riesce anche difficile identificarlo in un genere. buon giorno

      Elimina
    3. Confesso d'essere incuriosita e credo farò scalare al titolo la mia lista.
      Buongiorno a te.

      Elimina
  3. per tornare al post che in realtà non ho commentato: sì, direi che è corretto concludere (modificando leggermente ma sostanzialmente) con "siamo noi che ci dovremmo vergognare".
    perché avvalliamo di fatto un sistema di potere e relazioni ripugnanti. ciao

    RispondiElimina
  4. Così sono sopravvissute le donne... tacendo e accettando, per amore dei figli di cui il padre non si è mai interessato, ingiustizie e violenze. Ora si è all'inizio di un risveglio delle coscienze a cui però credo poco... tutto finirà in una bolla di sapone.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio il caso di dire un "amore" molesto

      Elimina
    2. Potrebbe essere una battuta la tua ma...
      Ciao.

      Elimina
    3. hai poi letto nel frattempo il libro?

      Elimina

- Grazie per avermi fatto compagnia a vocedivento
- Gli utenti anonimi saranno cancellati.
- E' vietato lo Spam in qualsiasi forma