giovedì 21 gennaio 2016

TUTTO

Mi sono imbattuta, per caso, in una poesia della grande poetessa Wislawa Szymborska ed ho pensato che questa meravigliosa donna  non finisce mai di stupirmi.
Non mi stupisce, invece, che le abbiano assegnato il premio Nobel (anno 1996) e, fosse per me, gliene assegnerei un altro alla memoria perchè sa assemblare parole solite, all'apparenza innocue, in modo da provocare, in chi le legge, piccoli e grandi  mari di pensieri che tornano insistenti a riva senza che li si possa  governare.
Eccola:


TUTTO


Tutto
una parola sfrontata e gonfia di boria.
Andrebbe scritta fra virgolette.
Finge di non tralasciare nulla,
di concentrare, includere, contenere e avere.
E invece è soltanto
un brandello di bufera.

Wislawa Szymborska


10 commenti:

  1. Davvero bella.
    E spunto di mille riflessioni, che c'è n'è sempre più bisogno
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha fatto pensare molto questa che pare una poesiola... forse ne scriverò un post.
      Ciao e buon pomeriggio quasi festivo.

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Letta nella sua lingua è ancora più bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosci il polacco, davvero? Non è cosa solita...
      Ciao e felice pomeriggio.

      Elimina
  4. Quante cose dette in poche parole. Un dono davvero per pochi. La sintesi e il "TUTTO"
    Ciao Sari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora messo a fuoco la valenza della parola "tutto"... se rincuori o spaventi.
      Ciao Carla. :)

      Elimina
  5. Caspita. Ma sai che io questa poetessa non la conoscevo? Confesso che, guardando il suo viso, ci trovo qualcosa di fastidiosamente ironico somigliante a una sorta di disprezzo.
    Ma quello che scrive è di una profondità ineguagliabile, tanto più perché scritto con parole semplici e usuali, mentre poeticissima e ricercata è quell'espressione "brandello di bufera". Sicuramente una donna eccezionale, nonostante l'impressione a pelle che ho avuto guardando il suo volto. Vado a cercare qualcosa su di lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Szymborska viene solitamente presentata anziana ma qui ho voluto coglierla da giovane, quando la vivacità la si evince anche dallo sguardo. disperezzo, dici? Non forse ironia?
      Se cercherai le sue poesie in rete non resterai delusa.
      Ciao Ambra.

      Elimina
  6. fra i miei poeti preferiti. certo sarebbe bello leggerla in lingua originale. buon giorno

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.