domenica 15 aprile 2012

Benedetta Tobagi,

... la brava giornalista  che scrive su un noto quotidiano, ci offre oggi il suo pensiero su noi e sulla strage di Brescia.
Chi vuole può leggerla QUI   ma ne riporto il pezzetto che chiude il suo articolo:
"...Oggi, nell'Italia impoverita, pessimista, delusa dalla politica, stritolata dalle organizzazioni mafiose, la tenacia e la battaglia democratica degli inquirenti, delle parti civili, di tanta società civile forniscono l'insegnamento più prezioso: vale comunque la pena lavorare... (..)"
Noi italiani siamo capaci di rimboccarci le maniche e l'abbiamo dimostrato più volte... ma questa sarà più dura.


.

2 commenti:

  1. Walter Tobagi è morto il 28 maggio 1980, gli hanno sparato alcuni membri di una semisconosciuta formazione terroristica di sinistra, la «Brigata 28 marzo». Tobagi era un giornalista del «Corriere della Sera», era uno storico e il presidente del sindacato dei giornalisti lombardi. Quando è morto aveva trentatre anni, il figlio Luca sette, Benedetta tre. Si può dire che Benedetta non ha conosciuto il padre, di lui conserva solo alcuni fotogrammi di ricordo e una grande incolmabile mancanza. Una volta cresciuta ha deciso di andare alla scoperta di questo padre immensamente amato, e ha provato a raccogliere ogni sua traccia.


    http://www.youtube.com/watch?v=JPVQjupDxMs&feature=colike

    RispondiElimina
  2. Grazie Cangala.
    "Come mi batte forte il tuo cuore" è nella mia lista dei libri da leggere e, appena ne avrò il coraggio, lo leggerò.
    Ciao!

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.