lunedì 9 maggio 2011

Acqua!


L’acqua pubblica è un diritto di tutti, non un interesse privato.
Senz'acqua non si vive
L'acqua non è merce
L'acqua è un bene essenziale, comune, gratuito.

Per questo  ti sarà chiesto di votare 
 
.

6 commenti:

  1. Carissima Sari io sono, da sempre, il cinico di turno. Vorrei farti una domanda che ritengo retorica: "Credi che, con la classe politica italiana, coi grand commis statali che ci ritroviamo, l'acqua di Stato appartenga al popolo ? Credi che si spenda meno fra le grinfie dei partiti ladri che si dividono il raccolto di quanto si spenderebbe se la gestione fosse affidata ai privati ?"

    Ebbene, stai tranquilla, per il popolo bue (siamo noi), non cambia nulla. Dovrei far la fatica di votare un inutile referendum ?

    Spero che tu mi spieghi, un abbraccione, Giuliano.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo non ricordo la fonte, ma sono stati calcolati i soldi che spenderemmo in più con la privatizzazione dell'acqua.
    Secondo me dobbiamo tentare a tutti i costi, anche perché oltre all'acqua dobbiamo firmare sì per altri 3 referendum, uno di questi per il nucleare. La Rai sta censurando chi tenta di parlarne. Rimaniamo solo noi sul web. Astenersi significa dargliela vinta senza neanche aver provato. E la nostra coscienza?
    Ciao Sari, scusa se ho risposto a Giuliano che fra l'altro non conosco. Ma il tuo post è giusto e siamo in tanti a provare di far capire alle persone che è un gesto civile e necessario andare a votare.
    Un carissimo abbraccio,
    Lara

    RispondiElimina
  3. Caro Giuliano, la tua è una voce scoraggiata e ne hai ben motivo ma credo fermamente che si debba votare, anche quando la classe politica è indegna.
    Votare significa innanzitutto dire a chi ci governa che ci siamo, che abbiamo voglia di dire il nostro parere e che non siamo un branco di disinteressati come pensa.
    Io voto perchè è un mio diritto-dovere e perchè poi non potrò dire che qualcuno ha usato il mio non-voto per fare i comodi suoi.
    Per quanto riguarda l'acqua, dobbiamo tenere lo sguardo fermo su questa importante risorsa perchè se oggi ci vogliono prendere quella, domani lo faranno con l'aria. L'acqua non appartiene al popolo che già la paga salata, è vero, ma se privatizzata darebbe un immenso potere di vita o di morte a qualcuno, un ricatto odioso.
    Voterò a favore di un'idea di giustizia e non per scegliere la tasca in cui andranno i miei denari.
    Se per situazione disperante non potrò votare "a favore", voterò "contro" ma lo farò sempre.

    Un abbraccio a te, buon pomeriggio.
    Sari

    RispondiElimina
  4. Cara Lara, so che la parola d'ordine è tacere. Infatti pochi sanno che i referendum si terranno a giugno per cui ogni tanto lo ricorderò, qui e altrove, dove avrò spazio.
    Giuliano è un vecchio (di conoscenza) e caro amico, non se ne avrà a male per la tua risposta... è aperto e sempre disposto a dialogare.

    Un caro saluto dentro un abbraccio.
    E grazie.
    Sari

    RispondiElimina
  5. No Sari, io lascio che chi si esprime non la pensi come me. Non sono di parte, come dice la casalinga della Rai, sono normale :)))).

    Detto questo, sull'obbligo morale di votare avrei le mie idee: se devo votare scegliendo fra due diversi tipi di mascalzoni non voto.

    Se devo votare sapendo in partenza che il nucleare non ci sarà mai, perché ci vorrebbero vent' anni per attuarlo e di qui ad allora saremo morti, magari per l'esplosione di una centrale polacca costruita dall' Enel (come sta succedendo), non ci vado, a votare.

    No, nego che si debba votare per forza. Nego che non si debba darla vinta a qualcuno, perché ritengo di non volerla dar vinta a nessuno, destra o sinistra che sia.

    Questa e quella, per me pari sono. Manca la musica ma è quel che penso. Io sono un Apota e credo che nessuno sia pulito e giusto. Non i nostri politicastri di sicuro.

    I miei omaggi a Lara e grazie a lei per avermi risposto.

    RispondiElimina
  6. Ciao Giba, sapevo come la pensavi, come tu sai di me. Siamo granitici entrambi :)))

    Un caro saluto.
    Sari

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.