lunedì 12 settembre 2016

Istantanea di mare

Paiono divertirsi un mondo le quattro "ragazze di ieri" che ridono e chiacchierano, abbronzatissime, nel loro costume a due pezzi. Sono ultraottantenni ma forse non lo sanno o l'hanno scordato, occupate come sono a vivere, a sfruttare le ore di mare  e a scansare gli sguardi  "stranieri" posati  sulle pancine che  ad ogni risata  ballonzolano.
Gelati, partite a carte, passeggiate, shopping... le magnifiche quattro paiono adolescenti ma sono forse  l'immagine di una  libertà sperata,  conquistata e a lungo sognata.
Ciao magnifiche  ragazze, trovandone il coraggio, vorrei imitarvi.




10 commenti:

  1. Ci vuole una certa dose di coraggio e di (sano?)menefreghismo. Pensa che quest'anno un'unica volta in costume alle terme ho messo quello intero. E ho vent'anni di meno. E anche per l'allegria ho affrontato cose un pò dure e siamo ancora in mezzo al guado.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che un costume a due pezzi tu possa indossarlo senza catturare sguardi sorpresi perchè sei ancora giovane e in linea. Le quattro signore in due pezze mi hanno dato modo di pensare alle convenzioni e al fatto che, se ci accettiamo come siamo, come vogliamo, poi lo faranno anche gli altri.
      In mezzo al guado... ma tu sai nuotare, vero?

      Elimina
  2. Credo che il due pezzi sia più una questione di linea che di età. Comunque il bello ed il difficile è avere amiche reali; non raccontatemi che siano la stessa cosa delle virtuali, anche se può essere vero l'affetto. A me manca un'amica in carne ed ossa, mi piacerebbe averne anche tre o quattro...ma in giro non se ne vedono! Ho dei pomeriggi lunghissimi nel silenzio, durante il quale comincio a parlare da sola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le quattro signore erano in evidente sovrappeso e la loro età la si sarebbe notata da altri particolari ma avevano scelto di indossare quei costumi per... è sano menefreghismo, come dice Vitamina?... allegria. E loro allegre lo erano. Ricordi quella pps intitolata "il cappello color porpora"? E' questa:
      A tre anni Lei si guarda e vede una Regina.

      A otto anni Lei si guarda e vede Cenerentola.
      A quindici anni Lei si guarda e vede una Brutta sorella ("mamma non posso andare a scuola con questo aspetto qui").
      A venti anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa/troppo magra, con i capelli troppo lisci/ troppo arricciati", ma decide che uscirà di casa lo stesso.
      A trenta anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa/troppo magra, troppo bassa/troppo alta, con i capelli troppo lisci/ troppo arricciati" ma decide che non ha tempo di risistemarsi e che uscirà di casa lo stesso.
      A quaranta anni Lei si guarda e si vede "troppo grassa/troppo magra, troppo bassa/ troppo alta, con i capelli troppo lisci/ troppo arricciati" ma dice: "almeno sono pulita", ed esce di casa lo stesso.
      A cinquanta anni Lei si guarda e si vede "esistere" e se ne va dovunque abbia voglia di andare.
      A sessanta anni Lei si guarda e ricorda tutte le persone che non possono più nemmeno guardarsi allo specchio. Esce di casa e conquista il… mondo.
      A settanta anni Lei si guarda e vede saggezza, capacità di ridere e saper vivere, esce e si gode la vita.
      A ottanta anni non perde tempo a guardarsi. Si mette in testa un cappello color porpora ed esce per divertirsi con il mondo.
      Ecco, Lili, per le quattro signore il due pezzi era come il cappello color porpora. Le ho invidiate. Ciao.

      Elimina
  3. Mah. Non so. Ci trovo una fastidiosa indifferenza verso se stessi e gli altri. Guardo le ragazze giovani, con quelle pelli lisce, con gli abiti che mostrano generosamente il corpo e trovo che mi rallegrano con la loro spensieratezza, che talvolta è solo apparente.
    Ma credo che lo stesso abbigliamento su di me sarebbe volgare e indiscreto e non darebbe gioia a nessuno. Amo gli abiti magari anche di tipo sportivo che sanno dare eleganza, qualcosa di diverso, qualcosa che un giovane non può avere, perché l'eleganza è fatta anche di esperienza e di vita vissuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ragazze giovani: impossibile fare confronti ma noi giovani di ieri siamo ugualmente gradevoli, anche se non lisce e sode. quando ero giovane e carina non sapevo di esserlo e non c'era da gongolare per la pelle liscia perchè era normale fosse così. Che bell'età.
      Ciao Ambra.

      Elimina
  4. Che dire di me che vado in spiaggia con un pezzo solo?
    mi guardo (ebbene si, mi guardo come fossi giovane signora)
    e non approvo il "ventre globoso" cfhe dice il mio dottore
    Da st'inverno son calato 5 chili ma il girovita è sempre 93.
    Per tornare in tema mi pare che le quattro ottuagenarie
    stiano bene in salute e non abbiano acciacchi o forse se li scordano
    e secondo me fanno benissimo a scoprire che possono ancora ridere di se e degli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che sguardi avresti sollevato se fossi andato in spiaggia con due pezzi invece di uno... :)
      Sì, le quattro signore erano l'immagine dell'allegria e della noncuranza.
      Ciao.

      Elimina
  5. Sì in effetti è così, ad una certa età si è molto meno condizionati dal parere altrui, inoltre sentirsi liberi in acqua deve essere magnifico, quasi quasi, vista la mia invisibilità...vado al mare e mi faccio una bella nuotata senza costume, ahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lili, questo tuo è un commento a... luci rosse. Ahahah...
      Seeee... tu in costume adamitico... questa libertà non ti apparterrà mai... eheh...
      Ciao, 'notte.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.