venerdì 16 maggio 2014

Comallamore

Dalla biblioteca ho preso a prestito due libri di Ugo Riccarelli che mi hanno entusiasmata. Sto leggendo il secondo che titola "Comallamore"  e so già che leggerò ogni libro suo che troverò perchè  dentro i libri di Riccarelli  trovo attenzione per l'essere umano e tutti i sentimenti che lo riempiono.


Un breve passo:

"Un desiderio lo invase, così forte da fargli male. Avrebbe voluto ghiacciare tutto in quel momento, avere il potere di un dio, allungare una mano come un prestigiatore e immobilizzare il tempo in quell'istante, rendere quella tranquillità eterna, un respiro che non avesse fine, un battito di cuore sospeso. Restare così per sempre, con gli occhi della Marcella su di lui, lo scivolare di una canzone fischiettata nelle orecchie, la brezza odorosa a fasciarlo e la bellezza di una campagna che era, senza ombra di dubbio, un paradiso terrestre"

da "Comallamore" di Ugo Riccarelli


Momenti così  tanto perfetti 
sono il mio augurio per tutti voi. 



.

4 commenti:

  1. Sono momenti rari, forse unici
    che lasciano segni come solchi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella considerazione.
      Sì, solchi dove si può seminare, sicuri dei frutti che matureranno.

      Elimina
  2. Come è bello leggerti. Tanto bene Amica mia.

    RispondiElimina
  3. Grazie.
    Tanto bene anche per te, Cangallina cara.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.