Questo blog non raccoglie dati e non ha accesso a quelli dei commentatori - E' libero dalla pubblicità e da qualunque forma di guadagno. I cookie presenti sono quelli che usa Blogger per la funzionalità del blog vocedivento, dati a cui il conduttore non ha accesso -

lunedì 23 aprile 2018

Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore

Oggi, 23 aprile, è la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore. Questa giornata è stata istituita dall’Unesco per dare valore alla lettura e per rendere i libri accessibili a tutti.

Alla domanda "Cos'è un libro?" ognuno di noi potrebbe rispondere in modi diversi ma per ogni lettore penso che il libro rappresenti un grande, silenzioso, prezioso e utile, amico.

Non ricordo il titolo del primo vero libro letto ma era sicuramente uno dei quattro di lettura di Tolstoj che la biblioteca scolastica proponeva a tutti. Del contenuto non ricordo quasi nulla ma la sensazione della carta su cui era stampato l'ho ancora fra le dita. Grana grossa e spessa d'un bianco antico e con le pagine non tagliate perfettamente: una gran bella sensazione... quasi qualcosa di vivo da trattare con cura.

Buona lettura a tutti.



12 commenti:

  1. Non sapevo di questa giornata. Sul diritto d'autore ci sarebbero da dire molte cose ma limitiamoci a celebrarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' come dici, sul diritto d'autore e la sua gestione ci sarebbe tanto da dire ma la proprietà penso sia legittima.
      Ciao.

      Elimina
  2. Ciao, anche per me il libro è un amico utile e silenzioso, capace di farci compagnia e di farci conoscere cose nuove. Viva i libri !! Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi unisco al tuo viva i libri.
      Ciao.

      Elimina
  3. "Capitani coraggiosi" era grande più di me, me l'aveva regalato nonna Gemma, era anche pieno di grandi figure e l'ho letto una infinità di volte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se te l'aveva regalato la nonna allora quel libro rappresentava un doppio regalo.
      Ciao.

      Elimina
  4. sì, diverse volte le pagine di quei libri erano disuguali, tagliate male e occorreva utilizzare il tagliacarte per separarle e poter leggere. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intonse, si diceva di quelle pagine.
      Quelle che ricordo erano tagliate in modo irregolare perchè a quei tempi non c'erano le taglierine moderne.
      Ciao.

      Elimina
  5. a parte gli innumerevoli libri d'avventure il primo romanzo da me letto di un certo valore-significato è stato "il riposo del guerriero" di rochefort

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quel tempo eri già grandicello oppure sei stato precoce. Sì, forse la seconda ipotesi...
      Ciao.

      Elimina
    2. no, non precoce. anzi direi piuttosto indietro rispetto agli altri e soprattutto con riguardo a certi argomenti e materie. ma ero interessato a capire e ad approfondire. mi spingeva qualcosa che esulava totalmente dalla mia esperienza e interesse personale.
      buon giorno

      Elimina
    3. Ogni persona ha tempi suoi e occorre rispettarli per non sciupare il tempo della raccolta.
      Buona giornata.

      Elimina

- Grazie per avermi fatto compagnia a vocedivento
- Gli utenti anonimi saranno cancellati.
- E' vietato lo Spam in qualsiasi forma