Questo blog non ha accesso ai dati dei commentatori - E' libero dalla pubblicità e da qualunque forma di guadagno - I cookie presenti sono quelli che usa Blogger per la funzionalità del blog, dati a cui il titolare di vocedivento non ha in alcun modo accesso -

lunedì 5 marzo 2018

Lezioni


Ieri ha votato per l'ennesima volta la signora Luisa Zappitelli di 106 anni  che lo fa dal  2 giugno 1946.  E ricorda quando,  a 35 anni, percorse a piedi diversi chilometri per esercitare il proprio diritto di voto, il primo della nostra repubblica.  

Lunga vita a questa  fresca signora che ci lascia, in vita, una grande eredità di democrazia. 




15 commenti:

  1. Una signora da prendere come esempio !! Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero un bell'esempio.
      Un caro saluto a te.

      Elimina
  2. certo che arrivare a quell'età essendo coscienti del voto che si esprime è una bellezza, sono una elite, io per esempio conosco una titolare di un blog che ho idea ci riuscirà. Buona giornata Sari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accetto la sfida e certamente tu sarai lì a dire: hai visto che avevo visto giusto?
      Buona giornata, ciao.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Abbi pazienza, non avevo visto che era stato pubblicato e quindi l'ho riscritto.
    questo dimostra che io se mai arriverò a quell'età non voterò con coscenza. Ciao di nuovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' colpa di google, fa aspettare un secolo prima di comunicare che il messaggio è stato pubblicato.
      (Perdona la provocazione ma... sei sicuro che il tuo voto di domenica sia stato di coscienza? Se sì, spiegami cosa sia la coscienza perchè io, a voto dato, non so se l'ho fatto o se la mia è stata ripicca)

      Elimina
  5. Complimenti alla signora Luisa, sia per l'età raggiunta e per aver trovato la forza di votare malgrado la disullusione che regna in Italia ed anche per i residenti all'estero. Ho visto i risultati alla TV francese e, salvo errori, noto che se non si raggiungerà un accordo tra due partiti (accordo che tra qualche tempo salterà) si dovrà rivotare entro due mesi. Ma questi politici, grandi e piccoli, si accorgono che gli italiani vanno male e non ne possono più? Una volta la mia pensione aumentava in base al costo della vita ed oggi, dopo essere stata bloccata per anni, mi si levano 10 euro al mese per una nuova imposta. Se servisse a qualcosa non direi niente, ma se serve solo ad ingrassare le loro tasche, inghiotto un amaro boccone. Scusa questo sfogo, ma qui in Francia non capiscono il mio arrabbiamento (eufemismo). Mi sento sempre dire "Per fortuna che sei arrivato ad avere una pensione". Certo ma dopo 37 anni di lavoro con circa 50 ore di lavoro alla settimana e non 36 come qui. Buon proseguimento di settimana e speriamo bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo tu sia veggente ma obiettivo.. anch'io penso che il governo che si formerà si scioglierà in un amen, così come penso che questa nostra situazione di disagio sia stata voluta per impoverirci. E nessuno, o pochi, a difendere il salario e l'occupazione. Dov'è cominciato tutto questo è difficile dirlo ma io l'imputo a un politico (scappato, non emigrato) che ha rese legittime quelle ruberie di denaro pubblico che per noi si traducono in istruzione, sanità, manutenzioni, pensioni, cura del territorio, progetti, VITA.
      Hai tutte le rqgioni per arrabbiarti così come l'hanno coloro che pensano alla tua fortuna d'averla, la pensione perchè i miei figli sanno già che non l'avranno e di risparmi, coi prezzi e le bollette stratosferiche che si debbono pagare (son ruberie) non è che si possa risparmiare più di tanto.
      Occorerebbe un nuovo Robin Hood per sperare in un più roseo futuro? Credo basterebbe una persona giusta.
      Ciao.

      Elimina
  6. Ora non ci resta che...piang...no no, volevo dire non ci resta che...che ci resta? Vuoi vedere che mi sono nzallanuta senza accorgermene?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ci resta? Gli affetti, le amicizie, la passione per quel che ci appassiona, il cielo azzurro, il merlo che canta sul pruno da fiore e, dulcis in fundo, NOI stessi.
      Ciao "mica tanto nzallanuta"... sai che sto scordando il napoletano? Dovrò fare un altro corso per poter risponderti a tono)

      Elimina
  7. Una bella carriera di elettrice, non c'è dubbio: emozionante, in particolare, il relativo esordio...
    Per sua fortuna, questa "antica" signora non farà in tempo a capire che nessun governo al mondo, se eletto democraticamente, avrà le capacità e la forza di affrontare l'allarme ecologico in tempo per evitare il tracollo dell'umanità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella signora è passata indenne in due terribili guerre, ha visto ricostruzioni e la devastazione dei diritti a cui oggi assistiamo. Anche questa è guerra e mi piace credere che lei aspetti una nuova stagione, con la pazienza e la perseveranza dei vecchi.
      L'ambiente... stiamo uccidendo il cavallo su cui galoppiamo... che stoltezza...
      Ciao Franz, buona giornata.

      Elimina

- Grazie per avermi fatto compagnia a vocedivento
- Gli utenti anonimi saranno cancellati.
- E' vietato lo Spam in qualsiasi forma