Questo blog non raccoglie dati e non ha accesso a quelli dei commentatori - E' libero dalla pubblicità e da qualunque forma di guadagno. I cookie presenti sono quelli che usa Blogger per la funzionalità del blog vocedivento, dati a cui il titolare del blog vocedivento non ha accesso -

lunedì 5 febbraio 2018

Ancora Guccini

Vengo dal blog di Iris & libellule dove si parla di Francesco Guccini e allora posto questa bella  canzone che, forse, è la mia preferita. 


Canzone delle domande consuete


Ancora qui a domandarsi e a far finta di niente 
come se il tempo per noi non costasse l' uguale, 
come se il tempo passato ed il tempo presente 
non avessero stessa amarezza di sale. 

Tu non sai le domande, ma non risponderei 
per non strascinare parole in linguaggio d' azzardo; 
eri bella, lo so, e che bella che sei, 
dicon tanto un silenzio e uno sguardo... 

Se ci sono non so cosa sono e se vuoi 
quel che sono o sarei, quel che sarò domani, 
non parlare non dire più niente, se puoi, 
lascia farlo ai tuoi occhi, alle mani... 

Non andare... vai... Non restare...stai... Non parlare... parlami di te... 

Tu lo sai, io lo so, quanto vanno disperse, 
trascinate dai giorni come piena di fiume 
tante cose sembrate e credute diverse, 
come un prato coperto a bitume. 

Rimanere così, annaspare nel niente, 
custodire i ricordi, carezzare le età; 
è uno stallo o un rifiuto crudele e incosciente 
del diritto alla felicità... 

Se ci sei, cosa sei? Cosa pensi e perchè? 
Non lo so, non lo sai; siamo qui o lontani? 
Esser tutto, un momento, ma dentro di te, 
aver tutto, ma non il domani... 

Non andare... vai.. Non restare...stai... Non parlare... parlami di te... 

E siamo qui spogli in questa stagione che unisce 
tutto ciò che sta fermo, tutto ciò che si muove,
non so dire se nasce un periodo o finisce, 
se dal cielo ora piove o non piove... 

Pronto a dire "buongiorno", a rispondere "bene", 
a sorridere a "salve", dire anch'io "come va?" 
Non c'è vento stasera. Siamo o non siamo assieme? 
Fuori c'è ancora una città? 

Se c'è ancora balliamoci dentro stasera, 
con gli amici cantiamo una nuova canzone... 
tanti anni e son qui ad aspettar primavera, 
tanti anni ed ancora in pallone... 

Non andare... vai... Non restare...stai... Non parlare... parlami di te... 
Non andare... vai... Non restare...stai... Non parlare... parlami di noi...


Francesco Guccini 




2 commenti:

  1. Anche a me Vedi cara, quella sera che l'ascoltai la prima volta, mi sembrò molto da maschio egocentrico, ma mi piacque la melodia benchè assai ripetitiva, e tutto quel parlare, analizzare...e quelo scorrere della chitarra, sotto le parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' come dici e Guccini ci sa fare.
      Ciao.

      Elimina

- Grazie per avermi fatto compagnia a vocedivento
- Gli utenti anonimi saranno cancellati.
- E' vietato lo Spam in qualsiasi forma