martedì 16 febbraio 2016

La moglie di Lot















Ho guardato indietro, è vero.
Dicono per curiosità.
Non pensano neppure che potessi avere altri motivi:
il rimpianto di una coppa d'argento
lasciata nella mia casa di Sodoma.
La voglia di non vedere più il mio probo marito
che mi camminava davanti.
La voglia di verificare se si sarebbe fermato,
qualora fossi morta (non si fermò).
La disubbidienza degli umili.
La speranza che Dio ci avesse ripensato,
e non facesse morire migliaia di innocenti.
La solitudine e la vergogna di fuggire così di nascosto.
Ma forse fu solo un colpo di vento
che mi sciolse i capelli
e che istintivamente mi fece girare la testa.
È possibile che io sia caduta, e poi divenuta di sale
con il viso rivolto alla città.


Wislawa Szymborska


22 commenti:


  1. La maledizione della CEI per chi vota la stepchild adoption:
    Sarete trasformeti in statue di sale!
    Si potrebbe pensare che Dio si spietato e crudele a trasformare in sale la povera moglie di Lot (ma la poverina manco il nome aveva?)
    Ma quando uno manda una maledizione non può mica pensare a casi speciali o a esonerare i raccomandati, ti giri perchè si son sciolti i capelli?
    Zac, diventi sale! N'altra volta ci pensi prima!
    Buonanotte Sari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le maledizioni hanno effetto solo su chi dà loro importanza... sono invece acqua fresca su chi ne sa ridere. Invece non sono favorevole alle adozioni (automatiche) degli omosessuali perchè questo comporta alte responsabilità verso la società che si sta formando.
      Ma nel tuo messaggio trovo uno spunto importante: della povera moglie di Lot non è stato riportato il nome. Si sa come la Bibbia dia risalto ai fatti solo come insegnamento e in questo caso potrebbe avere usato la moglie di Lot per passare un messaggio. Forse è stato il marito a farlo ma, si sa, le donne valevano meno degli animali e quindi...
      Ciao Nucci.

      Elimina
  2. Non ricordo più il fatto biblico...ma ora che ricordo d'avere un gran libro con tutte, forse, le poesie della Szymborska, non riesco a ritrovarlo nella selva oscura dei miei tanti libri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho "la gioia di scrivere", un volumetto prezioso che mi regalò Gretel (la ricordi?) quando passando dalla mia città mi fece visita. Ogni tanto rileggo la Szymborska e mi pare sempre che scriva a nuovo.
      Ciao.

      Elimina
  3. Ciao Sari, eccomi qua. Lettrice sempre più silenziosa, grazie del tuo pensiero.
    Le viole stanno fiorendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Loretta, in silenzio, anch'io, ti abbraccio e spero che a primavera il tuo grande e bel giardino ti regali serenità e voglia di raccontarlo.
      Ciao.

      Elimina
  4. E' stupendo questo pianto silenzioso della moglie di Lot. Come ho letto più sopra, si, non aveva neanche un nome, perché era solo la schiava del suo padrone.
    Non posso dimenticare una bellissima, anche se molto triste, poesia tratta dalle Liriche cinesi "Oh, quanto è triste nascere una donna!" , L'avevo anche postata sul blog forse 3 o 4 anni fa.
    "Oh, quanto è triste nascere una donna / Non c è nulla che conti così poco. / Quando nasce un ragazzo è come un Dio / che cada giù dal cielo sulla terra. [...] Nasce una bimba e nessuno è contento: / anche i suoi non ne tengono alcun conto. "[...]
    Il testo ripercorre molto poeticamente tutta l'esistenza insignificante di una donna, la cui vita è solo in funzione di un uomo, lasciando una sensazione di addolorato stupore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata a leggerla ed è veramente triste quella poesia scritta nel 200. Anche Gesù ha dato valore alla donna ma gli uomini che sono seguìti le hanno rimesse al loro posto, quello che da sempre le avevano assegnato, santi compresi.
      Scusa il ritardo con cui ti rispondo... dieci ore al giorno con una nipotina malata mi sfiancano persino i pensieri.

      Elimina
    2. Si, posso immaginare quanto sia faticoso occuparsi di una nipotina malata. Però vedi, io sono una nonna lontana, talvolta provo malinconia di queste due nipotine che vedo mediamente ogni due o tre mesi. La loro crescita mi sfugge, ne vedo le tappe nel tempo, ma non posso assistere alle loro piccole scoperte, alla loro piccola storia di ogni giorno, all’evolversi del loro mondo. Mi consolo pensando che io stessa avevo una nonna lontana e una vicina, ma la nonna lontana ha lasciato in me un segno ben più profondo dell'altra e molto egoisticamente a tratti penso che se mia figlia abitasse a Milano, io mi occuperei, è vero, di loro, ma non avrei più il tempo di dedicarmi alle mille cose che faccio e che mi piacciono. Ci si consola come si può:-)

      Elimina
    3. Non ho specificato ma le mie giornate di nonna infermiera sono state stancanti, sì, ma anche esaltanti. Lei riattiva energie, fantasia e mi porta altrove... è sempre bello averla qui e ne "gusto" ogni momento.
      Ne sono sicura: tu sai lasciare tracce e lo starai facendo anche con le tue nipotine. Le cose che ti piacciono sono nutrimento a quelle tracce e penso che, occupandotene, stia beneficando anche loro.
      Buona giornata, ciao Ambra.

      Elimina
  5. Oggi ne abbiamo 23...son passati tre giorni dal tuo post, AMBRA! E' talmente triste leggere quella lirica cinese scritta indubbiamente da una donna, che ci siamo ammutoliti tutti! In quanta parte del mondo è ancora così!?! Vorrei solo dire che la vita della donna, che riceve dalla Natura o da Dio (per chi crede) il dono della maternità, non è mai stata, nè sarà mai, insignificante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presente! Maestra eri e maestra rimani, Lili carissima.
      La vita di una donna non sarà mai insignificante, è vero, ma è per via del suo mondo interiore che è ricchissimo... ma forse dovrei parlarne al passato, visto che ora le donne debbono lavorare tanto e di tempo per la cura non ce n'è più. Peccato!
      Ciao.

      Elimina
  6. Maestra ero e maestra rimango, peccato, credevo d'essere una donna e d'aver camminato...
    Ringrazio AMBRA per aver voluto condividere i versi tristi d'una poetessa cinese. Con il mio messaggio ho inteso mettere in rilievo che nonostante quelle tristi considerazioni dell'autrice, la vita di una donna pure schiava o abusata, non è mai stata insignificante se solo si pensi alla maternità.Questo mio messaggio di risposta era semplicemente un voler dare forza alla dignità femminile, da donna a donna. Credo che innanzi tutto tale motivazione meritava una sottolineatura per neutralizzare la tristezza.

    RispondiElimina
  7. Oh Lili, dicendo del tuo essere maestra mi riferivo al fatto che hai rimarcato la mia assenza ed ho risposto: presente. Intendevo scherzare, scusa se non mi sono espressa bene. Per il resto sì, hai camminato, eccome. Ciao con un sorriso. Lo farai anche tu?

    RispondiElimina
  8. Ma certo amica mia! Anche con un bacio! Smac!

    RispondiElimina
  9. Perche non fate una bella chiacchierata per telefono voi due?

    E' dal 16 febbraio che siamo dietro a sto post,
    sarà ora di cambiarlo?
    Ma con qualcosa di tuo però.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da una settimana ho la nipotina a tempo pieno... dieci ore di piccolina malata sfiancano e non ho scritto nulla.
      Abbi pazienza, Nucci. ;)

      Elimina
  10. Ciao Sari! Ricomincio a girare per ritrovare le amiche care che ho un po' abbandonato ma l'anno scorso e anche quest'anno non mi sembra da meno) è stato ed è un po' duro: mi richiede tempo, energia e soprattutto tanta tanta pazienza.
    Mi piace tantissimo la Szymborska, sempre belle e piene di spunti di riflessione le sue poesie!
    Un abbraccio
    Fausta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fausta, mi spiace leggere la fatica nelle tue righe, vorrei avere una bacchetta magica per sollevarti.La buona sorte ti favorisca in questa primavera in anticipo. Un grande abbraccio affettuoso, ciao.

      Elimina
  11. Bello il post e belli tutti i commenti e le due poesie e i significati. Bello passare di qui, anche in ritardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella tu, grazie Lorenza.
      Buonanotte. :)

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.