venerdì 7 novembre 2014

Cantare il sociale


Dio è morto
________________________________
 Testo e musica di Francesco Guccini
marzo 1965
__________________________

Ma davvero è stata scritta nel 1965? 
pare  di oggi


.

5 commenti:

  1. grande Guccini,è stata la mia " scoperta musicale" da....grande....avevo 14 anni, da allora l'ho sempre seguito ed ho trasmesso la passione anche ai miei figli. Scrivere quello che ha scritto quasi 50 anni fa e leggerlo ancora attuale lo rende un grande......anche se è atroce pensare a quante cose sono rimaste ferme... " una politica che è solo far carriera...l'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto......" un caro saluto Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ascolto spesso i cd di Guccini (mi piace anche la sua voce di oggi, matura) perchè dice di me, di sè, del "noi" senza fare voli pindarici e avere la pretesa d'essere profeta. E' un artista intelligente e colto e non solo istruito.
      Ciao Emanuela, buon fine settimana. :)

      Elimina
  2. Scritto ieri per oggi e per il domani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avremo sempre bisogno di qualcuno che ci ricordi che siamo tanto stolti da vivere da infelici?
      Temo la risposta e la lascio in sospeso.
      Ciao.

      Elimina
  3. Ciao Sari, triste vero ? realizzare la nostra perenne stoltezza o incapacità di cambiare le cose?
    Guccini mi entra sotto pelle quando lo ascolto.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.