lunedì 29 settembre 2014

Un amore che continua, incurante...


Non è possibile  che tutta quell'energia, allegria, voglia di vivere e di fare e di dire e di ridere, 
sia svaporata in quel mistero chiamato morte. 
Tu sei  da qualche parte, vicina, pronta a deriderci per la nostra credulità, 
con  immutata voglia di abbracciarci. 

Ciao sensibile, attenta, generosa, allegra, dispettosa, rispettosa, intelligente monella... 
sarai sempre con noi,  lo sento, a ricordarci in ogni istante che 
"domani è sempre un nuovo meraviglioso giorno!"   

Faremo così, domani vedremo quanto è  meraviglioso il giorno, oggi però, lasciaci piangere. 
Ciao Terry

.


22 commenti:

  1. capitata qua per " caso"...ma sono convinta che il caso non esiste.Le tue parole mi hanno toccato l'anima.
    C'è tempo per ogni cosa, giusto?E c'è il tempo per piangere.Poi c'è il tempo per metabolizzare, come si dice.....il dolore. Poi c'è il tempo per andare avanti, portandoci dentro tutti i ricordi e tutto l'amore..Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Tempo è la grande casa dove riporre i sentimenti di cui avremo cura. Sì.
      Benvenuta fra le mie conoscenze, Emanuela.
      Grazie.

      Elimina
  2. Terry chi, Sari? Grazie e un affettuoso saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'amica del nostro forum-madre. Mancava dal sito da tempo e non so se potresti averne memoria.
      Ciao.

      Elimina
  3. recentemente ho dovuto salutare un amico più giovane di me, le tue delicate parole mi commuovono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per il tuo amico.. anche Terry aveva tanti anni meno di me ma era nata in una zona d'amianto e quello non perdona. Grazie Francesco.

      Elimina
  4. A Terry un grandissimo abbraccio.
    Vero che non ci siamo mai conosciuti dal vivo, ma quante volte ci siamo intrattenuti a parlare tramite le dirette video di Skype, della ricchezza della vita, delle gioie e dei dolori che da, ma senza nessun rimpianto del vivere, perchè la vita è sempre meravigliosa, nonostante ciò che si può incontrare sul suo cammino - e questo è sempre stato il mio motto.
    La vita non finisce quando un cuore smette di battere, perchè in chi ti è stato amico e ha seguito con tanta speranza le notizie dei tuoi ultimi sviluppi (ringrazio Sari di avermi tenuto sempre informato) rimarrai nel cuore come anima che un giorno è sicuro d'incontrare oltre gli orizzonti della vita.
    Sono contentissimo che tramite Sari hai ricevuto qualche mese fa il mio libro di poesie e sei riuscita a sfogliarlo, quello sarà il mio ricordo per te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry ti considerava un amico prezioso e credo che questo tuo saluto lo dimostri chiaramente.
      Ciao Nilo, ricordiamola sorridente, con l'allegria che le era congeniale.

      Elimina
    2. Si, SARI, la voglio proprio ricordare così, come l'ultima volta che l'ho vista in Skype, che nonostante la sofferenza aveva un viso dolce e allegro e tanta voglia di vivere. Grazie Sari, se non ho impegni, spero vivamente di aver l'occasione d'incontrarti in quel dì di ottobre.

      Elimina
    3. Lo spero anch'io, Nilo, ciao.

      Elimina
  5. Il tuo dolore, sia pur trasfigurato dalla bellezza di questo commiato, è tangibile.
    Se può confortarti, pensa come sarebbe bello meritarsi, nel giorno della propria dipartita (spero lontanissimo per te), delle frasi così intense.
    Un carissimo saluto a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry era una persona speciale e riesce difficile parlarne al passato... Io non le somiglio ma ci siamo accettate e volute bene.
      Caro Francesco, grazie!

      Elimina
  6. Condivido quello che dice Franz. Quando morì il mio babbo portarono nella cappella dell'ospedale un'altra signora, abbastanza giovane. Era nella bara e aveva addosso un tailleur, sembrava che si sarebbe alzata da un momento all'altro, ma non sarebbe accaduto. Mi sembrò così strano e definitivo, non riesco a pensare morte le persone che se ne vanno. Sono da un'altra parte e a volte ancora qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Terry è qui e, come ho scritto nel post, tutto quel che era, che è, non può svanire... è, come dici, da un'altra parte.
      Ciao Lorenza, grazie.

      Elimina
  7. Oggi e anche domani, lasciaci piangere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che perdita, Cangala cara...

      Elimina
    2. Lei sarà sempre con noi, è solo nella stanza accanto.

      Elimina
    3. Sì. (Un sospiro lungo)

      Elimina
  8. Anche Giorgio l'altro ieri se n'è andato
    probabilmente era stanco e non voleva altre mutilazioni
    la moglie gli ha messo un rosario tra le mani e un libretto della madonna nella cassa
    lui era ateo e quando l'ho visto così lei s'è precipitata a giustificarsi
    per paura che sbottassi qualosa,
    son stato zitto anche se lui lo vedevo più incazzato di me
    Io l'ho sentito ch m'ha detto "Digli qualcosa, fammi togliere sta roba di torno"
    "Lo dici a me? dillo a lei che te l'ha messa"
    "E' tutt'oggi che glielo urlo ma non capisce, levamela te"
    "Sarai matto Giò,
    prendila come un brodino di pollo,
    forse non farà bene, ma male non fa sicuro. Ciao Giò"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il tuo amico Giorgio e la nostra Terry si sono incontrati, avranno fatto il viaggio insieme e fatto amicizia...
      Un abbraccio.
      (Carina la storia del brodino)

      Elimina
  9. Grazie Sari... per le tue parole.
    Io non riesco a scrivere perché il mio cuore ci sta parlando in silenzio...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le parole arriveranno, quando il dolore si farà più dolce.
      Come vedi, io ho invece bisogno di parole e mi sento un fiume in piena, per lo stesso motivo che a te le toglie.
      Ciao con abbraccio.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.