venerdì 8 marzo 2013

Nessuna donna mai


Nessuna donna mai
___________________________
Giba


Sopporterò il mio pianto e quello, 
del fanciullo chinato a singhiozzare. 
Non di una donna il pianto sopportare, 
né vecchia né ragazza né bambina, 
portà il mio cuore mai, finchè è il mio cuore. 
Nessuna donna pianga, mai, per l'uomo. 
Non per difetto suo, non per violenza, 
non per amore disatteso e ambito. 
Di una donna le lacrime son righe, di 
dolore infinito, che solcano le strade 
di tutti noi. Le donne sono il sale della 
la terra, son dolore, son gioia e sono vita, 
che nasce nuova e si rifà per loro. 
Né vecchia né ragazza né bambina, 
ho fatto mai soffrir nella mia vita, 
se non per quella sofferenza amica, 
che viene da un amore ricambiato. 
Né vecchia né ragazza né bambina, 
nessuna pianga mai perché ho sbagliato....


.


9 commenti:

  1. Non siamo responsabili dei nostri sentimenti né del flusso che li causa o li alimenta e tutto sommato neanche delle nostre azioni, anche se poi dobbiamo rispondere (e farlo anche se nessuno ce lo chiede), com’è giusto che sia. Agiamo quasi sempre d’impulso e molto meno sulla base di un calcolo. Chi pianifica e si muove solo al termine di un’attenta valutazione dei pro e dei contro, chi realizza soltanto quello che progetta, di fatto si perde la parte più interessante, e lo sa. Anche nello scegliere responsabilmente c’è una quota d’irresponsabilità, la messa in conto di una perdita.
    Forse si agisce sempre a costo di qualcosa. E’ questa bella poesia che mi ispira tutto ciò. Me la ricordo molto bene, perché avevo le lacrime agli occhi…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che lo si faccia secondo le regole o decidendo di trasgredirle, pensare al proprio comportamento è indispensabile. Scegliere non vuol dire perdere ma selezionare l'opzione più giusta per noi.
      La poesia è bella e il nostro amico Giba è davvero "forte", come dicono i giovani.
      Ciao.

      Elimina
  2. Bella, mi piace come scrive il tuo amico
    cmplimenti a te per averlo annoverato tra le amicizie
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sarebbe la vita senza buoni amici?
      Buona serata Massimo, ciao.

      Elimina
  3. Stupendi i versi che hai saputo così bene scegliere.
    Grazie Sari!
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh l'amico Giba è forte, indubbiamente ci sa fare coi sentimenti e le parole.
      Grazie a te d'avere condiviso. Buona domenica.
      Sari

      Elimina
  4. Sari, sono lieto che si sia capito quanto ami le donne, tutte, di tutte le età e colori. Sono state la consolazione delle mia vita e saranno l'ultimo rimpianto. Sei femmine su sette nipoti, le mie gioie.

    Ringrazio i tuoi amici. Volevo solo far presente, anche se credo che non ce ne sia bisogno, che conosco la grammatica quel tanto che mi consiglia di mettere la virgola dopo il "né". Non l'ho fatto, in questa poesia, per ragioni di fonetica uditiva. Spesso, nelle mie poesiole, sacrifico la punteggiatura alla musicalità del verso (o a quello che a me pare un verso :) ). Saluti a tutti voi ed un bacio a Sari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non SUBITO dopo il né, naturalmente :) ! Quello né ora, né mai.
      Hehe.

      Elimina
    2. Un bacio al super perfezionista Giba. Chi non sa che la grammatica l'hai mangiata tutta intera? :)))
      Ciao, poeta.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.