sabato 12 gennaio 2013

Letture

Sul desktop ho  una pagina del blocco-note  sempre aperta, per fissare le cose che trovo sparse nel web e che desidero successivamente approfondire. Credo si possa immaginare quanto è diventato lungo quel foglio e oggi ho deciso di sfrondare dimezzandolo. Ho trovato così  l'appunto che m'ero fatta su una scrittrice che mi era piaciuta molto e che avevo dimenticato.


Mi sono imbattuta in Silvia Giacomoni in una puntata di "Uomini e profeti" la bella trasmissione spirituale di radio3rai che va in onda ogni sabato e domenica mattina (di qualche mese fa) e questa persona mi aveva molto interessata.
Non la  conoscevo affatto e mi ha subito  catturata sia per il modo di porgere il suo pensiero (colto, educato ma entusiasta) che per il modo con cui tratta l'argomento religioso che rimane sempre un pochino ostico.

Silvia Giacomoni, nei suoi libri a carattere religioso, invita a dare del "tu" all'argomento e l'ha fatto sia traducendo, per sè e per noi, il vecchio testamento,  poi con il vangelo di Matteo che ha riempito delle mie domande, delle notizie che io avrei voluto ci fossero e che lei, dice, Matteo non ha riportato perchè erano scontate per i contemporanei per cui scriveva. Il libro s'intitola "Dice Mattero" e lo comprerò sicuramente, poi vi dirò.

Qui due interessanti parole di Silvia Giacomoni



.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.