mercoledì 22 agosto 2012

Poesia



Angelo di bronzo


Paese lucente
magnifico addio di questi
giorni decisivi, volàti a più avanti, svegliàti
che tutto era già stato. fermava

determinatamente, da qualche parte
senza precisione, lavorando, la memoria e il mare
senza soste, non noto, lento alla
magia
delle trame sputate
dall’ignoto e piccola

la voglia d’essere uno strano
animale istantaneo, che viaggia e vede
e lenisce la fatica
di tutti gli sparsi
in un chilometro quadrato



Giovanni Bollini
  da "Ritornàti al magma"

5 commenti:

  1. Come vorrei esser animale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte possiamo divenirlo... migliorando quel "noi" che poco ci piace.
      Ciao Mark, buona serata.
      :)

      Elimina
  2. ostica per me. forse leggendone altre...

    RispondiElimina
  3. Anch'io non l'ho capita, ma comprendere un poeta significa anche conoscerne la provenienza le esperienze di vita ed anche aver letto altre sue poesie, un po' come accade con i pittori di cui devi vedere più opere per comprendere ed apprezzare...

    RispondiElimina
  4. Per Antony e Lili
    Conosco Giovanni, giovane uomo colto e in costante ricerca. Ha scritto parecchi libri ricevendo diversi premi e riconoscimenti. I suoi libri sono presentati da persone note nell'ambiente culturale bolognese ed ottienere recensioni "colte" di cui capisco poco. (Ma le scrivono per loro stessi?)
    Che dire, le sue poesie sono ermetiche ma, come dice Lili, conoscendo il suo modo di scrivere si riesce a penetrare meglio nel suo mondo poetico.
    Nei versi di questa poesia, l'emozione che traspare vale più di quel l'ha provocata... quel che succede dentro pare scatenato da qualcosa perfino di banale.
    Anch'io fatico a leggere Giovanni, a trovare agganci col "mio" e se qualcosa mi sfugge, conto su quel che mi lascia... ad uso futuro.

    Ciao ad entrambi con un abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.