mercoledì 25 aprile 2012

Liberazione fa rima con partecipazione

... ed oggi il ricordare questo momento della nostra storia mi fa pensare che dobbiamo ancora una volta rimboccarci le maniche per ottenere un'altra liberazione. Questa che stiamo vivendo oggi è infatti una guerra... economica ma sempre guerra è... e la dobbiamo vincere.
E per farlo abbiamo bisogno di essere uniti, di pensare che il problema non è mai di una persona (o categoria) sola ma di tutti.. perchè tutto ci riguarda.
E abbiamo bisogno di lavoro, dignità, giustizia, responsabilità, impegno e partecipazione. Impegno e partecipazione!
E sarà ricostruzione, voglio fortemente crederlo, per noi, per i nostri figli, nipoti, amici... italiani tutti... ovunque abitino.
Buon 25 aprile. Facciamo che lo sia anche domani... e dopodomani... e ancora... ancora...



.
Elaborazione fotografica fatta da Sari con foto prese dal web

2 commenti:

  1. ..allora tutti si era uniti e si combatteva per i propri ideali..oggi l'ideale è il Dio denaro,la velina, il calciatore etc...il rispetto e l'altruismo sono doti sempre più rare.In più la gente fa fatica a combattere per sè,figuriamoci per altri..ma io spero che prima o poi ci sveglieremo dal torpore e dal muro di indifferenza e ci riprenderemo ciò che ci spetta. ciao Selvaggia

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione, Selvaggia, ma confido ancora nella capacità di risveglio. E spero che i fatti mi daranno ragione.
    Ciao con abbraccio... è sempre carino vederti qui.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.