domenica 25 settembre 2011

19esima marcia della Pace Perugia-Assisi

"Non si può mettere in dubbio il fatto che la crisi mondiale e le sofferenze e le privazioni che ne risultano ai popoli siano in qualche modo responsabili dello sconvolgimento gravido di pericoli di cui siamo testimoni. In periodi come questo lo scontento genera odio, e l'odio spinge ad azioni di violenza e di rivolta, e spesso anche alla guerra. (...) Ancora una volta gli uomini di Stato portano il peso di tremende responsabilità (...). Possano esse riuscire, attraverso un accordo tempestivo, a creare in Europa una politica unitaria sancita da chiari impegni internazionali, cosicché a tutte le nazioni un'avventura bellica appaia un'avventura disperata. (...) Non si tratta solo del problema tecnico di assicurare e conservare la pace, ma anche dell'importante compito di educare e illuminare le menti."



Albert Einstein


Oggi si svolge la diciannovesima Marcia della Pace Perugia-Assisi voluta da Aldo Capitini per "la pace e fratellanza fra i popoli".
Che sogno sarebbe se questo progetto si avverasse...



foto presa dal web

Altre notizie, sulla manifestazione, QUI
Alla voce del sondaggio  sul senso della partecipazione alla marcia per la pace, un 5% ha risposto: "per mantenermi in forma"...
Scoraggiante, molto. Per fortuna un 38% ha risposto "per cambiare il mondo".


2 commenti:

  1. ne feci un pezzetto molti anni fa.
    non m'hanno mai convinto queste manifestazioni.
    se non come partecipazione emotiva.
    si condivide un certo spirito. ma la pace richiede ben altra concretezza e consapevolezza.
    ciao. buona giornata

    RispondiElimina
  2. Ti pare poco la partecipazione emotiva?
    Da queste manifestazioni i giovani traggono grande insegnamento, gli adulti ritrovano il sogno di un mondo migliore. Possibile, naturalmente.
    Ciao Antony. :)

    Sari

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.