lunedì 28 febbraio 2011

Giornata della lentezza

Puro caso se nel post precedente ho inneggiato alla lentezza. Ho scoperto solo ora  che oggi è la quinta giornata della lentezza. Nel sito dedicato a questo modo di intendere la vita, ci sono alcune regole per poterlo fare. Se anche a voi interessano, leggetele qui  http://www.vivereconlentezza.it/node/124




La parola lentezza ha molte rime interessanti...
Lentezza = ...
gentilezza
pienezza
contentezza
carezza
... e chissà quante altre.


.

8 commenti:

  1. Qualche anno fa era uno slogan dei verdi , coniato da Alex Langer , era in latino , non lo ricordo bene , ma diceva , con tre avverbi , più lentamente , più piano ,più dolcemente.Basterebbe, fortunato chi ci riesce, seguire i ritmi naturali.Ciao Sari!

    RispondiElimina
  2. Sari , sono andata a vedere, ne vale la pena. Langer citava il motto olimpico di De coubertain "Citius, altius, fortius" Più veloce, più alto , più forte, il motto della competizione delle Olimpiadi. Ma siccome il futuro non è questo tipo di gara lui proponeva "lentius, profundius, soavius" più lentamente , più in profondità , più dolcemente , così avremo, nel lungo periodo, il fiato più lungo.

    RispondiElimina
  3. E' interessante il sito che hai proposto, Sari.
    Il concetto a me sembra più che giusto.
    Un lento abbraccio :)
    Lara

    RispondiElimina
  4. abbasserei volentieri il ritmo. tuttavia non è la lentezza che può produrre automaticamente gentilezza o la velocità che può opporvisi. certo è più complicato. il merito e la soddisfazione forse maggiori

    RispondiElimina
  5. A me 'ste donne curiose, attive, generose piacciono un sacco.
    Grazie Vitamina, vado subito a conoscere questo signor Langer.
    Un sorriso lungo, lento e sincero.
    Ciao!
    Sari

    RispondiElimina
  6. Credo bene che il sito ti piaccia amica mia, l'ho trovato seguendo te!!!
    Grazie Lara.
    Qui nevica forte e in terra ce n'è parecchia... se ti piace, spero sia così anche da te.
    Ciao!
    Sari

    RispondiElimina
  7. Ma certo che è più complicato, Antonypoe... un aggettivo non basta a caratterizzare uno stile di vita. Si dovrebbe inventarne uno nuovo.
    Credo bene che tu senta il desiderio di rallentare i ritmi di vita, penso anche che sia inimmaginabile poterlo fare. Ma quando accadono fatti, non cercati, che ci fanno rallentare, ecco che si scopre come fosse possibile farlo.
    Auguro a te ed a tutti di riuscire a farlo spontaneamente, mercato del lavoro permettendo (ecco, ho nominato il maleficio.

    Buona giornata!!!
    Sari

    RispondiElimina
  8. purtroppo è molto difficile pensare adesso ad un cambiamento. non è solo il mercato. è tutta la struttura sociale. ciao. buona giornata

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.