giovedì 9 dicembre 2010

Notizie poco edificanti

Non ho la tv (come forma di protesta) ma leggo sul quotidiano che, durante la proiezione di Cenerentola (primo canale), c'è stato il trailer pubblicitario della puntata di "porta a porta" riguardante le brutte storie di Sara e Yara.
Si poteva facilmente immaginare che quel film sarebbe stato visto da una folla di bimbi ma si è scelto di proporlo ugualmente.
Il presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale ha dato voce alla protesta dei genitori (bravi!) e dichiarato: "Non è ammissibile che una delle sempre più rare occasioni di intrattenimento dedicate ai bambini e alle famiglie debba essere funestata da uno spot inquietante, intitolato "Chi protegge i nostri figli?", un condensato di pochi secondi ad effetto in grado di generare apprensione tra i minorenni e gli adulti intenti a seguire il capolavoro disneyano".

Concordo e spero nei provvedimenti... o che voci autorevoli si facciano sentire.

22 commenti:

  1. Stasera ne hanno parlato al TG.
    E' veramente penoso ...

    RispondiElimina
  2. E' veramente sconcertante questo sordo e disattento atteggiamento da parte dei dirigenti rai/tv...
    Brava amica mia che ne parli!

    RispondiElimina
  3. sono contrario all'apprensione. buona serata

    RispondiElimina
  4. Ohibò, Antonypoe, sei contrario all'apprensione nel senso che niente ti preoccupa?
    Non so se dirti beato ed allora ti porgo solamente un allegro "benvenuto".
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. Ciao ragazze Cangala e Liliana, è sempre piacevole stare in vostra compagnia.

    Ciao. :)

    RispondiElimina
  6. sì, difficile che qualcosa mi preoccupi. preferisco la positività del pensiero e dell'azione. ciao.
    antonypoe

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Sarei d'accordo con te, Antonypoe, ma distinguo il darsi pena (soffrire) e l'essere in pena (preoccuparsi).
    Mi sono ingarbugliata e riscrivo:

    La pena fine a se stessa procura solamente ansia. L'essere in pena produce invece un effetto. E' difficile passare all'azione senza passare dal preoccuparsi.
    A volte si è in pena senza la possibilità di agire, a volte capita di potersi attivare e questo è sicuramente un gran bene.
    Ciao.

    RispondiElimina
  9. Mi sembra di esplorare l'Africa. Scopro Sari selvatiche che vagano nella foresta e non si fanno vedere. Non mi hai detto niente di questo bel blog. Avevi paura che turbassi la tua quiete? Forse non avevi torto.
    Me lo mandi un presepe creato da te da mettere sul sito?
    Amo i tortellini in brodo, G.

    RispondiElimina
  10. Giuliano! Questo blog è una novità anche per me, debbo ancora prendervi la giusta confidenza, poi ne avrei parlato.
    Che sorpresa e che contentezza! Sì, contenta per la tua visita. Sì, perchè so che tornerai. Ma soprattutto contenta perchè... dopo ben dieci anni hai capitolato: ami i tortellini in brodo! Ora può arrivare Natale...
    Certo che ti confeziono un presepe, tu dimmi dove lo intenti mettere e vedrò che fare.
    E vista la tua resa (oh lo so che è momentanea) posso chiederti il permesso di pubblicare qua la tua poesia sul Natale? E' così bella...

    Ciao, a presto.
    Sari

    RispondiElimina
  11. Tutto quello che vorrai fare delle mie cosarelle, fallo.

    Il tuo Natale è per la mia home page, Per dove se no?

    Le mie rese son dovute ai dadi. Non a quelli di Cesare. Sai, il brodo mi andrebbe di gallina....

    Ma i tempi passano, i dadi arrivano. Metti il tappeto rosso ad Antonypoe. E' straordinario.

    A presto,

    Giuliano

    RispondiElimina
  12. Scusi signore se ancora le chiedo se il presepe intende metterlo in sostituzione momentanea del banner o se intende metterlo in una pagina allegata. La cosa cambia parecchio.

    Per la cosarella ringrazio dimondi (tanto).
    :-)

    RispondiElimina
  13. Antonypoe è il benvenuto che spero di vedere spesso.
    Il tappeto rosso staziona in permanenza per via della straordinarietà di tutti i miei ospiti.
    Ciao G.

    RispondiElimina
  14. Non guardando la TV come te non sapevo di questa cosa... e ti dirò che non mi meraviglia!!! La televisione ultimamente ha raggiunto dei livelli di bassezza sconcertanti!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  15. in punta di piedi mentre cade la neve un salutino prenatilzio a Sari a Lili e a Giuliano (che non trovavo più il gibaforum da tanto)...eppure gli amici si ritrovano prima o poi! <3
    gretellina

    RispondiElimina
  16. Ciao Francesca.
    Quando i miei figli erano piccoli, ho dovuto lesinare i cartoni animati che cominciavano ad essere troppo violenti. Ora sono anche beceri, volgari, e per un genitore non dev'essere facile gestire il rapporto fra bimbi e tv.
    L'abbraccio è ricambiato, con stima.
    Ciao.

    RispondiElimina
  17. Rita!!!!!!!!!!
    Che magnifica sorpresa... ma allora non è vero che il web è sconfinato: è solo una piccola piazza.
    Gretel Gretellina bella, forse hai visto che a lato della Home c'è il link ad uno dei tuoi blog... ogni tanto lo guardo e mi riprometto di sentirti presto.

    Grazie per i saluti che arriveranno anche a Lili e Giba... mille baci e buona domenica.

    RispondiElimina
  18. Ho letto solo ora il tuo commento televisivo per quel che riguarda Sari ed Yara. Hai Ragione. Non c'è Tg, noi seguiamo solo quelli, che non parli solo e sempre di quelle ragazze. Possibile che i giornalisti siano attratti solo da queste notizie per fare odiens? Ma al mondo possibile che non succeda nulla di bello?
    Credo il motivo sia che la bella notizia non fa odiens come quella brutta.
    Lasciate in pace quelle famiglie..............

    RispondiElimina
  19. Sarina, il presepe lo metterei sotto il banner della prima pagina, lasciando il debito spazio. In pratica, per le feste, lo lascerei nella metà superiore della pagina (che è lunga quanto io voglio, senza problemi). Tieni conto solo della larghezza, poi penserò io ad inserirlo.

    Scusa il ritardo, buona domenica, un bacio a Gretel, tanti auguri kleine Gretel!

    RispondiElimina
  20. Giuliano, lo farò nei prossimi giorni, tenendo conto delle tue indicazioni.
    Ciao!

    RispondiElimina
  21. distinguo anch'io. difficile di fatto che un po' della sofferenza-insofferenza non si trasmetta e contamini la preoccupazione dell'aver cura. buona giornata

    RispondiElimina
  22. Buona giornata anche a te, Antonypoe.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.