martedì 23 novembre 2010

Pensieri

La maggior parte dell'informazione mi passa solitamente a qualche metro sopra la testa... la sento lontana e per nulla alla mia portata. Leggendo, provo la sensazione che  nelle scelte che mi riguardano, io non ci possa mettere mano e tantomeno rimedio.

Saviano, invece, mi parla dentro il cuore, mi coinvolge e dice che sì, io posso e addirittura debbo.



Il primo sentimento di cui sono debitore a Roberto, è la fratellanza. Ascoltandolo, provo familiarità, un sentimento di vicinanza che dovrebbe invece essere innato in tutte le persone che abitano la stessa terra.
Grazie a lui ho scoperto che viviamo tutti uno stesso e uguale problema, che lo si colori in un modo o nell'altro.
Grazie a lui sono entrata nelle case dei compatrioti del sud che vivono situazioni inenarrabili, che si fatica a a capire.
Grazie a lui cresce la mia speranza in un paese giusto e uguale per tutti.
Quando l'Italia si accorcerà, dovremo tutti (tutti!) dirgli grazie.


............................................................

2 commenti:

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.