mercoledì 24 dicembre 2014

Buon Natale alle care amicizie e ai passanti



Un Natale diverso
_________________________
Alice Sturiale 

Poesia scritta il 24 dicembre 1995 
quando frequentava la seconda media


Sono tre giorni
che rufolo nel mio cuore,
sto cercando...
cerco il mio Natale di sempre,
il Natale felice
ed emozionante,
il Natale
della soddisfazione,
il Natale
che cerco e non trovo...
dove l'avrò messo?
L'ho infilato
in una busta
che quest' anno
non si apre
perché mancano
le forbici,
manca
il mio spirito pronto
e ho voglia di urlare:
" Aspettate!
non è il momento,
non sono preparata!
Datemi ancora
un po' di tempo' .
perché non voglio
vedere la festa
che scappa veloce
sotto i miei occhi.
Datemi tempo,
basta una notte,
questa notte..."





14 commenti:

  1. bella. coglie il punto: il tempo. che poi non è altro che una categoria dello spirito: le due cose vanno assieme. e la trovo pure simpatica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sintetico e incisivo... ahahha.. anche a Natale. :)))
      Ciao Ant.

      Elimina
  2. Ricambio gli auguri di un sereno Natale, cara Sari, allo stesso modo (e sempre sul tema del tempo), con una poesia di Anna Ciufo che mi è stata spedita pochi giorni fa:

    Il bello del tempo è l’inappartenenza di confine,
    il sovrapporsi di copioni in magma stratiforme,
    viluppo cheratinico, crosta sul fondo della tazza
    che attende paziente
    acquabollente diluente
    di inefficienza sofferente
    affogata in lattecaffè notturni.
    Il bello del tempo è la disobbedienza alla logica,
    il fiume che tracima,
    l’impeto che le regole viola, la sfida.
    Il limite affrontato,
    sfidato,
    sfilacciato. Sfacciato tempo
    che irrompe nelle pause,
    nella certezza del dopo, nel banale dei giorni,
    nelle vizze domande che gracchiano ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante questa Anna che mi fai conoscere... andrò a cercarla. Grazie.
      Tanti auguri anche a te, caro Franz. :)))

      Elimina
  3. come sempre ogni cosa che scrivi è un pugno, è una carezza, è un motivo per fermarsi un attimo a pensare e riflettere. Davvero mi viene da pensare " ma dove lo abbiamo messo il Natale?" Però è anche vero che...Basta una Notte, questa Notte". Credo debba esserci questo, per tutti:fermarsi, immobili, per un attimo soltanto, un piccolo attimo nelle corse, spesso inutili, di sempre. Tirare un bel sospiro ( io di solito lo faccio guardando fuori dalla finestra, vedo il mare, le luci delle navi in porto, le montagne in lontananza) . E pensare a ciò che abbiamo di bello nella vita, piccolo, grande, non importa. E pensare a non sprecare il nostro tempo dietro a mille cose ridicole ed assurde. Scendere dentro di noi, trovare ciò che di bello abbiamo, tirarlo fuori e regalarlo.
    Da me i miei auguri più grandi ed affettuosi e........averti " trovata", in un mare di blog e di parole, è davvero bello. Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fermarsi, quanto è importante farlo... tu guardi il mare (stupendo!) io il mio spicchio di cielo, quel che mi concede il palazzo di fronte... ma mi basta per rasserenarmi.
      Anch'io sono contenta di averti "trovata" e la tua compagnia, le tue riflessioni e quel che di te regali, mi è prezioso.
      Tanti auguri dentro un abbraccio. Ciao :)))

      Elimina
  4. Se non mi sbaglio, Alice era fiorentina, una piccola bimba, volata in alto troppo presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, credo di ricordare fosse fiorentina questa splendida ragazzina.
      Ciao :)))

      Elimina
  5. Che bella poesia! hai fatto benissimo a proporla.
    Un grande augurio di Buon Natale,Costantino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti auguri anche a te ed alla tua famiglia... in particolare alla tua figliola.
      Ciao Costantino,

      Elimina
  6. Contiene tutta la semplicità e la sincerità della giovinezza.una giovinezza strappata via mi sembra di aver capito.

    Buone Feste Sari a te e a tutta la tua famiglia
    Giordan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, era una ragazzina nata con un pesante fardello ma è stata tanto amata e ha potuto vivere i pochi anni concessi in modo denso e profondo.
      Dovrebbe essere dato a tutti l'amore profondo e fecondo perchè solo così la persona si può sviluppare in modo armonico.
      Buone Feste anche a te ed ai tuoi cari, Giordan.
      Ciao

      Elimina
  7. Che poesia strana, questa di una ragazzina delle medie! C'è qualcosa di sofferto in essa, come se il presentimento della fine, del tempo che brucia gli attimi fosse già una poremonizione forte nel suo cuore.
    Anche a te tantissimi auguri di Buon Anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle poesie di Alice c'è l'urgenza del sapere, di conoscere, di appropriarsi del meglio... qualcosa che ha messo a frutto.
      Buon Anno, Ambra, un augurio da estendere ai tuoi cari.
      Ciao.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.