giovedì 30 ottobre 2014

Disperante




"La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile".
Corrado Alvaro

.......................................................

Che disperazione!!!

.

4 commenti:

  1. Purtroppo questa sensazione di "pentimento" è ormai comune.
    A ogni arresto di gent(aglia)e fino a ieri illustri, scatta l'auto-insulto che, al minimo, dichiara la propria stronzaggine nell'essere pulito.
    Che se almeno ci fosse la soddisfazione di vedere esemplarmente puniti questi parassiti-farabutti-delinquenti-mascalzoni, ci sarebbe l'auto-stretta di mano virtuale, con commento tipo "vado a testa alta, orgoglioso d'essere onesto".
    Invece, chettelodicoafa'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi cittadini comuni? Noi ci adeguiamo troppo facilmente al "così fan tutti" e questo ci mette sullo stesso piano delle persone note che giustamente condanniamo.
      Con le dovute proporzioni, penso sia così e occorre che tutti facciamo nostro (al più presto) il pensiero gandiano che recita: "sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo".
      Sentendomi un mattutino predicatore moralista, ti auguro un giorno buono.
      Ciao!

      Elimina
  2. All'elenco di gattonero io aggiungo SCIAGURATI, sì perchè la nostra società viene trascinata nella sciagura.

    Comunque restare onesti nonostante tutto ci gratifica ancora e sempre, ci riempie di dignità.
    Ciao Sari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti leggo ora, cara Carla, dopo avere risposto a Gattonero.
      Sì, chi non recita il "così fan tutti" e non si adegua al cattivo andazzo, è un quasi santo, pieno di una dignità che vede svilita da più parti ma che sente di dover mantenere per non offendere sè stesso.
      Ciao!

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.