martedì 15 ottobre 2013

Gratis

Cosa è offerto gratuitamente, oggigiorno? Direi  nulla... 
Gli scarsi  servizi pubblici, definiti tali,  sono stati pagati dai cittadini, 
I favori fra persone  non sono quasi  mai senza costo perchè chi li fa si sente creditore.
Gli sconti commerciali sono da guardare attentamente. 
Le  amicizie, messe alla prova, risultano essere state uno scambio. 
Ma se, per fortuna, trovassimo una cosa veramente e totalmente  gratis, sapremmo apprezzarla? Affatto...  finiremmo per  farla scadere perchè a tutto diamo un valore e tutto quel che non si paga  non ha valore. 
Che tristezza.




.

12 commenti:

  1. Anche l'amore si paga, non in denaro, naturalmente.
    Pensa che stamattina sono stata attaccata al telefono un'ora per una prenotazione a Novara.
    Non racconto i particolari. Troppo lungo. Permettimi di dire che sono furibonda, anche perchè c'è una complicazione burocratica che due anni fa non c'era. Grazie dello sfogo Sari e..che tristezza, veramente. Unisci il tutto a 15 giorni di cielo dove il sole brilla per la sua assenza ed un freddo quasi invernale. Porca miseria!!!! Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche l'amore si paga, se non è vero amore, ma quando t'innamori non lo sai e tutto sembra dono.
      Sono furibonda anch'io a causa della Telecom ed abbiamo in corso una diatriba che non so come finirà.
      La scorrettezza pare una virtù e non la si sente come mancanza... pagheremo anche questo peccato e a caro prezzo.
      Sole assente anche qui... peccato non poterci trovare per una cioccolata bollente (la mia senza panna, però)
      Ciao Dana, buona serata.

      Elimina
  2. Hai scritto un post straordinariamente vero!
    Sottoscrivo anche la tristezza!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Via, niente tristezza questa sera... solo sorrisi amichevoli e chiacchiere lievi ma sostanziose.
      Ciao poeta. (Mi piace più di poetessa e pare un termine femminile anche al maschile)

      Elimina
  3. Qualcosa di gratis l'ho trovata ed è questo stesso tuo post.
    Gratis sono sono parole, messaggi, immagini che ogni giorno vengono immessi in rete. Forse è ben poco perché non ha un costo. Eppure se pensiamo che implica un tempo e una cura è pur sempre una gratuità. Forse tra questa grande assenza di gratuità, cova anche un desiderio di gratuità. Forse solo un desiderio di essere riconosciuti al di là di una paga. Il forse, forse lo ripeto troppo. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio vero, Francesco, i doni ci sono ed è necessario riconoscerli ed anche a te, che hai scritto questo bel messaggio, oggi debboesprimere il mio grazie.
      Sarebbe lungo spiegare in poche parole il desiderio di gratuità di cui parli ma lo credo importante e penso che nessuno sia così povero da non avere qualcosa da donare.
      Anche l'essere riconosciuti è qualcosa di molto importante e vale quanto, e forse oltre, la paga pur necessaria.
      Ma guarda quanti spunti hai sparso in sole cinque righe.
      Grazie.

      Elimina
  4. Sottoscrivo pienamente sia il tuo breve ma profondo post che l'altrettanto profondo commento del mio omonimo, che precede questo.
    Per quanto riguarda la gratuità di quanto viene immesso in rete, penso tuttavia che bisognerebbe distinguere fra ciò che è motivato da esigenze di affermazione del proprio ego e ciò che invece è pubblicato con autentico spirito di servizio. E si tratta sicuramente di una bella scrematura...

    Un caro saluto a Sari e ai suoi ospiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ci sono anche persone che pubblicano per affermarsi, come dici, ma penso che nel mio "giro" di blogger questo non sia regola. Gli amici che seguo, fra cui te, scrivono per condividere, informare, promuovere e, perchè no, stare in compagnia concedendosi e offrendo svago.
      Un caro saluto a te, Franz, buona giornata.

      Elimina
  5. ho avuto amore, tanto che non mi stava dentro
    ed era tutto gratis
    anche io a mia volta ne ho dato
    ed era gratis anche quello
    e non era scambio,
    so per certo che l'avrei avuto anche se non l'avessi dato
    e l'avrei dato anche se non l'avessi avuto.
    Per tutte le cose materiali ti dò ragione.
    Notte Sari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma com'è "tanto bellissimo" quel che scrivi... è fatto così il vero amore e tu l'hai descritto magistralmente.
      Buona, felice giornata e grazie di cuore per quanto hai scritto.

      Elimina
  6. Il colore della poesia è nei suoni. Massimo Nucci è un sassofono dolce. Hai grandi amici, Sari, se mi tieni lontano. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nucci scrive col cuore e c'è da essere contenti d'essere paragonati ad un sassofono dolce.
      E' vero sai, ho begli amici e sono grata a questo mezzo che me li ha fatti conoscere. Tu sei stato fra i primi, tantissimi anni fa, e ti tengo ben stretto.
      Ciao amico mio

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.