martedì 23 aprile 2013

Ancora giornalisti

Giorgio Meletti, in calce al suo articolo che titola  "E alla fine nessuno ha fatto le domande a Grillo",  mette un interessante  PS che riporto: 

P.S. Noi giornalisti – sottoscritto compreso – le domande non le sappiamo fare per varie ragioni. Spesso l’intervistato è un nostro azionista o amico di un nostro azionista. Se è un politico è ugualmente spesso nostro datore di lavoro (es. Silvio Berlusconi) o amico del nostro datore di lavoro (ogni politico ha un suo peso sulla Rai), oppure trattasi di un politico che potrebbe oggi o domani farci un grosso favore, ammesso che non ce lo abbia già fatto. Poi ci troviamo all’improvviso davanti a Beppe Grillo, con il quale abbiamo sognato per mesi di poterci sfogare e di fare i giornalisti a schiena dritta, e facciamo cilecca perché non ci ricordiamo più come si fa.  

Niente da dire... l'articolo completo lo si può leggere cliccando qui


.

6 commenti:

  1. La stessa cosa va sottoscritta per i politici: a forza di fare i "datori di lavoro", di intrallazzare, di intrattenere rapporti talvolta/sovente dubbi, a forza di insultarsi a vicenda, a forza di spennellarsi il fondo schiena di colla attaccatutto-soprattutto-alle-poltrone conquistate con il benestare di ingenui elettori..., dopo tutto questo, al momento di dimostrare la loro (già poco/nulla valentìa) hanno ormai dimenticato tutte le lezioni che egregi personaggi del passato avevano loro lasciato.
    Si sono ridotti a fare i comici, togliendo ai cittadini il panem, ritenendo sufficiente sollazzarli con i loro giochetti circensi.
    Come dice ChaillR, prima si harakirizzano meglio è.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Si sono ridotti a fare i comici", dici... sarà per questo che ai comici è toccata la parte dei politici? Ci sarebbe da ridere, se la situazione non fosse così tragica.
      Purtroppo anche le persone intelligenti possono peccare di ingenuità come elettori... spero in una futura e consapevole classe di votanti.
      Ciao Gattonero. Buonanotte.

      Elimina
  2. Ci sono stati dei giornalisti che hanno fatto le domande giuste
    per avere risposte adeguate e son passati alla storia, ma avevano pelo sullo stomaco
    ce ne sono stati altri che per avere la libertà di farle si son fatti un giornale loro e a volte non è bastato manco quello
    il resto è ciarleccio, d'altra parte se vuoi mangiare pane e companatico di questi tempi bisogna che stai attento alle domande da fare, siamo caporali, tutti, mica uomini!
    Te però mi pare che ultimamente stai leggendo troppi giornali di sinistra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottime considerazioni le tue.
      Dici: "siamo caporali, tutti, mica uomini!" ... proprio tutti? E io che credevo d'essere "uomini" come farò?
      Per il sinistra sì, sono un tipo sinistro. ;)))))))
      Ciao, si scherza un po'... buonanotte.

      Elimina
  3. Fantastico... finalmente uno che dice la verità!!!
    Forse qualcosa si sta muovendo...
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lentamente, troppo lentamente ma qualcosa cambierà.
      Ciao cara Francesca.
      :)))

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.