lunedì 21 gennaio 2013

Provocazioni

Ilvo Diamanti, questa mattina, ha dato voce a quel che penso da tempo. Ha detto che la spazzatura produce ricchezza sia per chi la smaltisce che per  chi la ricicla.

Allora, chiedo io, perchè ci fanno pagare il  servizio di raccolta a così caro prezzo  (che pensano addirittura di aumentare)?
Non dovrebbero comperarcela loro, visto che se la trovano  già anche  divisa?

Propongo di portare al mercato la nostra spazzatura...
- Signore e signori riciclatori,  vendo carta, carta  di qualità, garantita,  senza patinature... chi offre  venti centesimi al chilo?  E questa bella partita di vetri bianchi, vetro di una volta, delle nostre nonne che vi mettevano le marmellate?  Chi offre dieci centesimi al chilo?   E questo bel saccone di biologico, tutto bucce e torsoli di cavolo? Questo  lo  regalo! Omaggio a chi compera sia il vetro che la  carta... fatevi avanti siore e siori.... -

Impossibile? Va bè, era solo un'idea, così,  tanto per sfogarmi un po'...

5 commenti:

  1. Non parlarmi di spazzatura. Qui da noi sembra che il problema sia risolto, si fa la raccolta differenziata, ma a quel che ho capito non serve a niente , perché si dovrebbe differenziare molto di più e non avere i bidoni "vetro lattine plastica" perché in questo modo non recuperano effettivamente niente. I fori dei dei bidoni dove inserire i vetri sono poi abbastanza piccoli e se porti molta roba devi per forza inserirla ad un pezzo per volta e sporcarti le mani , è evidente che ti vogliono scoraggiare o sono stupidi. Da quando sono in pizzeria poi mi è venuto un nervoso su questa cosa che non ci si immagina. All'inizio mi hanno detto che differenziavano, nel senso che hanno un sacco per l'organico , o umido, e un altro per tutta la quantità grande di barattoli e contenitori in vetro e lamiera e parecchia plastica. Solo che in quello dell'umido ci va a finire qualunque cosa, tipo le cicche di sigaretta, vaglielo a dire che una cicca inquina come un sacco di plastica! Il personale non è formato e non gliene frega niente, né a loro né ai proprietari. Credo che l'unica sarebbe un controllo della spazzatura che butti , un corso tipo l'HACCP e alla fine una multa , o per esempio uno sconto sulla bolletta se la raccolta è fatta bene e niente sconto se è fatta male. Perché l'unica lingua compresa universalmente è il denaro.

    RispondiElimina
  2. Queste cose vorrei scriverle sul blog, ma non posso, se le leggono i proprietari della pizzeria è un problema. DEvo legarmi la lingua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, Vitamina. Così com'è la nostra differenziata credo serva a poco. La cultura del riciclo non è nostra ancora... e ci sono persone e aziende, a cui non importa farlo.
      Siamo fatti così, siamo bambini insofferenti alle regole e forse neppure le multe sarebbero un deterrente perchè, proprio come i bambini, ci sentiamo furbi e pensiamo di non venire mai scoperti.
      Credi che le regole dell'HACCP siano state osservate? (Ci sono ancora?) Quando alzo il coperchio del contenitore della carta e sento un fetore innaturale, quando scopro una cassetta di legno in quello della plastica o vedo persone con un unico sacchetto in cui è facile immaginare il contenuto, mi demoralizzo...
      C'è da dire che le persone non sono sufficientemente responsabilizzate e informate. Se si dicesse chiaramente che una parte della nostra differenziata finisce nell'inceneritore, non si griderebbe allo scandalo ogni volta che qualcuno lo scopre. Non tutti sanno che carta, plastica e legno sono indispensabili per l'inceneritore e che senza quei materiali non brucerebbe niente. E perchè non ridurre la tassa sui rifiuti quando si raggiungono buoni risultati?
      Allo stato fa comodo avere cittadini medio-bassi, da tassare e multare a proprio piacimento.
      Il posto di lavoro è sacro, di questi tempi, e fai bene a conservarlo in ogni modo.
      Un abbraccio.

      Elimina
  3. Meglio che non si possa portare la spazzatura al mercato
    altrimenti chissà a chi mi venderebbero
    Ciao Sari, guarisci presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. M'hai fatto fare una risata, Massimo.
      I virus impazzano, ma li vincerò. Grazie.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.