mercoledì 18 agosto 2010

Strage di donne.


Quando si sente parlare di femminicidio si pensa subito alla distruzione della vita della donna... invece una sociologa sudamericana sostiene, cosa per me importantissima, che ci sono varie forme di femminicidio.
Rileva che non solo l’omicidio è femminicidio ma anche tutte quelle forme di violenza, fisica e psicologica, rivolte al suo annientamento, psichico, morale o fisico.
Concordo con lei, il femminicidio comprende violenze di entità diversa che sono accomunate dalla volontà di diminuire o svilire la donna come persona.
La violenza non nasce dal nulla... ci sono tanti piccoli e grandi messaggi che vanno a formare l'uomo femminicida... La pubblicità spesso usa male il corpo della donna, così come i mezzi di comunicazione: ribelliamoci tutti, uomini e donne insieme.
Personalmente, da anni, non uso i prodotti pubblicizzati male, non compero magliette o profumi che dipingono la donna come picchiata, doma, vogliosa, asservita o stupida.
Lo so, è difficile essere sempre critici e attenti ma quando c'è di mezzo la vita umana...

4 commenti:

  1. come lo condivido..Grazie Sari. Bacio!

    RispondiElimina
  2. ..già si possono individuare piccole grandi ferite ovunque..la tv,la pubblicità spesso sono qualcosa di terribile..

    Complimenti per la tua scelta attenta,è ammirabile!

    RispondiElimina
  3. Un bacio anche a te, Terry monella :)

    RispondiElimina
  4. So che anche tu sai scegliere, Marzia, sei attenta all'ambiente ed alle persone. Mi fa così piacere sapere che ci sono giovani come te...
    Un grande abbraccio.

    Sari

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.