domenica 11 gennaio 2015

Modernità








Gli ambulatori medici
sono chiese dove  file
di poveri anziani
vanno al  dio laureato
indifferente e svogliato
per ricevere, ad ostia,
un viatico al viver meglio
o soltanto un po' di più.


Sari

.


6 commenti:

  1. E se fai una domanda in più,
    ti guarda stufato e non ti cura più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scoraggiante, mia cara. Ad un giovane medico ho chiesto del giuramento di Ippocrate e lui mi ha guardato stupito: non ne sapeva nulla. Fatta una piccola ricerca, ho constatato che effettivamente il futuro medico non giura più e che il paziente non è più tale ma persona assistita. Ogni cambiamento, pur piccolo, comporta limitazioni di cui oggi non si conosce la portata, i cambiamenti a tappe noli ci permettono di capire e dovremo essere oltremodo "pazienti". O forse dovremmo esserlo meno?

      Elimina
  2. Riflessione amara, ma corrispondente al reale. Chi se lo ricorda più il fidato medico di famiglia? Gli telefonavi perché tuo figlio aveva la febbre e, chiuso lo studio, arrivava a casa tua pieno di premura per te e per l'ammalato e intanto ti dava consigli per telefono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure il pediatra fa visite a domicilio, neppure con una febbre a 40°. Sono "medici", questi, del nostro tempo barbaro.

      Elimina
  3. ho ancora un buon medico di famiglia, spero che non si ammali e mi dispiace vedere invecchiare anche lui; ho un po' paura per un possibile nuovo arrivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lunga vita e salute al tuo medico di famiglia. Ho incontrato un vero medico (e non un semplice dottore) in una ragazza appena laureata che sostituiva il mio in ferie. Avrei voluto diventare sua paziente ma è tornata nella sua Calabria e ora non mi resta che mandarle, nostalgica e grata, auguri nelle feste comandate.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.