giovedì 29 maggio 2014

Grande De Luca



Comincerà il 5 giugno, alle ore 13 e 30, l'udienza preliminare a carico dello scrittore Erri De Luca accusato di "istigazione a delinquere" per le sue dichiarazioni a favore della lotta contro la Tav.  Comincia così l'articolo     che si può leggere per intero QUI  che narra la disavventura dello scrittore. Lui  dice: 

"Se mi condannano per istigazione alla violenza non farò ricorso in appello. Se dovrò farmi la galera per avere espresso una opinione, allora la farò "

Grande!

.


2 commenti:

  1. Sono Vicino ad Erri con tutto il mio affetto.

    Grande la sua scelta che metterà non solo la giustizia italiana, ma tutto il paese, davanti ad una grande responsabilità. Un minimo errore che possa in qualche maniera colpire Erri solo per aver espresso un opinione, farà cader un macigno contro il sistema che dimostrerà l'indole nera mai persa. Questa è una possibilità di riscatto, spero la legge italiana sappia coglierla e non calpesti la democrazia già precaria e vacillante in questa penisola.

    giordan

    RispondiElimina
  2. Il cielo ti ascolti, Giordan. Voglio credere che la rettitudine di Erri ci sia di esempio, faccia riflettere su quel che è giusto o ingiusto, legittimo e illegittimo.
    Mi ha consolata leggerti, ciao.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.