lunedì 1 maggio 2017

Due brevi conti

Le primarie sono un grande affare e non ci si meravigli se le "consultazioni" sono tanto gradite a chi le promuove.
Facciamo due conti.

- Gli iscritti al partito democratico italiano ( Secondo il sito di riferimento)  sono  405.041 e il loro voto non è soggetto a pagamento. .
- Gli elettori a questa consultazione sono stati 1.833.134 (calcolati  sommando le preferenze)
- Gli elettori paganti sono stati quindi 1.428.093
- Moltiplicando la cifra precedente per i due euro necessari al voto dà come risultato euro 2.856.186.
Una bella sommetta, no?

Viva le primarie, quindi.

4 commenti:

  1. Risposte
    1. Le consulenze non sono forse pagate a peso d'oro? Davvero sai, dover pagare per essere consultati è sconcertante.

      Elimina
  2. Se volevi provocarmi ci sei riuscita.
    Sebbene fosse consigliata la riscossione
    il versamento era volontario
    tant'è vero che alla sezione abbiamo avuto meno della metà di persone che hanno versato i 2 euri
    a fronte del versamento veniva rilasciata una ricevuta,
    non so quale valore fidcale abbia ma tant'è.
    Gli iscritti erano esonerati dal versamento perchè hanno già dato il contributo prendendo la tessera.
    Se il partito ritiene di finanziarsi in questo modo
    non ci vedo niente di male, sempre meglio delle mazzette
    in ogni caso, sebbene le primarie siano gestite dal partito e dai volontari,
    spesso si devono prendere in affitto locali che,
    nel nostro caso, è costato ben più del ricavato.
    I volantini che invitano al voto sono pagati dal partito,
    esula la pubblicità che ogni candidato potrebbe fare a sue spese
    che in questo caso è vietata dalle norme statutarie.
    Gettare ombre sulla riuscita delle primarie
    senza conoscerne a fondo le problematiche
    (al dilà del risultato politico) non mi pareva fosse nelle tue corde
    e mi pare sbrigativo anche il commento
    Hai scritto post parecchio più intelligenti di questo
    e mi pareva impossibile venire nel tuo blog a leggere queste cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto preciso che il mio post non intendeva provocare nessuno... scrivo quel che penso, o che so, dopo essermi informata e questa libertà è prevista dalla legge italiana.
      Le informazioni le ho prese qua e là ma controllate sul sito del pd che puoi leggere dal link che, per correttezza, ho inserito. Non ho scritto NULLA che non fosse anche lì registrato e non ho gettato ombre.
      Se nella tua città il versamento era volontario ben venga ma questa notizia non l'ho letta da nessuna parte.
      Mi sento una persona libera e serena ma quel che non accetto è la tua pretesa di avere la verità in tasca e di tacciare, perciò, come poco intelligente chi non è allineato al tuo modo di pensare.
      Nessuno ti obbliga a leggermi, credimi.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.