mercoledì 30 novembre 2016

Questione di fiducia

E' incredibile quel che sta succedendo attorno a questo quesito referendario, roba da perderci la testa ma appare evidente, per via delle esagerazioni viste fin qui, come non si tratti di chiedere ai cittadini di dire sì o no a una proposta... ma sia una battaglia politica che NON ci interessa perchè sono  in corso giochi di potere che porteranno vantaggi solo a chi vincerà.
Perciò il mio voto sarà questione di fiducia, senza soffermarmi su quelle parti politiche che appoggeranno il fronte del no senza rappresentarmi.
Non mi fido di queste persone al governo.
Non mi fido di chi dice di votare a suo favore che tanto  quel che non va bene si cambierà.
Non mi fido di chi pensa di realizzare inimmaginabili ponti e lascia patire di non-lavoro le famiglie.
Non mi fido di... e qui potrei continuare con solidi argomenti ma mi fermo. NON mi fido e per queste ragioni voterò NO. Queste persone non possono mettere ulteriore mano a una Costituzione che rappresenta il mio unico e ultimo  appiglio.



Ecco un parere lineare sul referendum 


10 commenti:

  1. Anch'io voterò un no deciso.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà una beffa o una convenienza quell'accomunare gli schieramenti del no?
      Staremo a vedere che succede.
      Ciao.

      Elimina
  2. bene. anche se sono sul fronte opposto. e, anche se stanno facendo del referendum una battaglia politica, non è per questo motivo che voterò sì. la costituzione è stata tradita nello spirito e continua a esser tradita ogni giorno dai comportamenti dagli italiani. buon giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi voterai sì per punire gli italiani?
      Buongiorno a te.

      Elimina
    2. no, non voglio punire nessuno.
      perché penso che un piccolo passo avanti sia meglio di niente. in ogni caso un dibattito avviato e un punto di partenza per successivi possibili miglioramenti. se ci sarà la volontà. perché il vero problema è proprio questo: manca una volontà concreta di cambiarlo (in meglio) questo paese. e non è solo dei politici e delle classi dirigenti in genere la responsabilità. ciao

      Elimina
    3. Il piccolo passo avanti che vedi in quest proposta copre, a mio avviso, i troppi indietro che patiremo. La cattiva informazione di questi mesi la dice lunga sulla trasparenza delle intenzioni di chi propone il quesito. Davide contro Golia... ma questa volta il secondo non vincerà.
      Buona giornata.

      Elimina
    4. i passi indietro, se ci saranno, saranno, ancora una volta, frutto di cattiva volontà. nulla è, in genere, di per sé, del tutto buono o del tutto cattivo. buon giorno

      Elimina
    5. Appuntamento qui fra un anno... o forse meno. Io non dirò il classico te-l'avevo-detto, promesso. ;)

      Elimina
    6. bene. del resto sono sempre disposto a prendere atto degli sviluppi e anche delle mie responsabilità. ma, nel caso, resterò comunque dello stesso parere: che non esistono cose del tutto cattive ma solo cattiva volontà nel dare loro forma e contenuto pratico. buon giorno

      Elimina
    7. D'accordo, nulla è interamente cattivo o buono ma non c'è tempo per filosofeggiare in tempi di emergenza ed io non sono tipo da stare a vedere con le mani in mano.
      Buongiorno a te, mia controparte.

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.