giovedì 4 dicembre 2014

Un dono di Giba

Un fiore
__________________
Giba


Ritorna cara ai segreti
Del niente. Torna  al futuro
O al passato o al niente.
Perché fu niente o sarà
Tutto il tempo del nostro
Credere di e di esistere, di
Valere nel tatto, nel
Pensiero e nel creare
L'illusione dell'essere
Qualcosa che si tocca o
Che ti illude. 
Nella chiara nebbia
Della vita, ci tocca
La dolce illusione
Dell'eterno esistere,
E amare, e ripensare.
Così si sfuma, in
Questo quadro lieve,
Così reale nella sofferenza,
Così veloce a
Cancellarne il senso
La stessa ragione
Di un perché
Che angoscia.

Ma se ti angoscia 
l'angoscia, ti regalo
un fiore che non ha
pistilli e non
appassirà.





3 commenti:

  1. E' bellissima Giba, anche questa tua ultima poesia contiene tante suggestioni e porta a il pensiero lontano. Grazie.

    RispondiElimina
  2. La vedo solo ora. Bello il fiore, in fondo....ciao, dolce Sari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono tutti belli, i fiori.
      Ciao fratellone. :)

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.