venerdì 7 novembre 2014

Cantare il sociale


Dio è morto
________________________________
 Testo e musica di Francesco Guccini
marzo 1965
__________________________

Ma davvero è stata scritta nel 1965? 
pare  di oggi


.

5 commenti:

  1. grande Guccini,è stata la mia " scoperta musicale" da....grande....avevo 14 anni, da allora l'ho sempre seguito ed ho trasmesso la passione anche ai miei figli. Scrivere quello che ha scritto quasi 50 anni fa e leggerlo ancora attuale lo rende un grande......anche se è atroce pensare a quante cose sono rimaste ferme... " una politica che è solo far carriera...l'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto......" un caro saluto Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ascolto spesso i cd di Guccini (mi piace anche la sua voce di oggi, matura) perchè dice di me, di sè, del "noi" senza fare voli pindarici e avere la pretesa d'essere profeta. E' un artista intelligente e colto e non solo istruito.
      Ciao Emanuela, buon fine settimana. :)

      Elimina
  2. Scritto ieri per oggi e per il domani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avremo sempre bisogno di qualcuno che ci ricordi che siamo tanto stolti da vivere da infelici?
      Temo la risposta e la lascio in sospeso.
      Ciao.

      Elimina
  3. Ciao Sari, triste vero ? realizzare la nostra perenne stoltezza o incapacità di cambiare le cose?
    Guccini mi entra sotto pelle quando lo ascolto.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.