lunedì 3 marzo 2014

Oscar al film di Sorrentino!

 Era quasi scontata quella statuetta dorata,  ma fa piacere che, dopo tanti anni,  sia toccata all'Italia. Non ho ancora visto il film ma porgo i complimenti  a tutto il cast.

Un altro Oscar , questa volta alla carriera, è  stato assegnato ad Angela Lansbury, la famosa "Signora in giallo" che mi fece compagnia decenni fa con le sue investigazioni. Lei,  ormai ottantanovenne,  quel premio se l'è guadagnato... e mi pare  non si potesse più aspettare a riconoscerglielo.

Nel video seguente, copiato da pagina99 ,  si vede  una giovane  Angela Lansbury in compagnia di Joan Collins e  Dana Wynter che si esibiscono in un numero tipicamente americano. Il presentatore mi pare Jerry Lewis... sarà vero? Guardando  le inquadrature sul pubblico, si notano tanti visi celebri.... sono quelli che ci hanno fatto sognare nei nostri anni migliori e mi  è piaciuto rivederli come li ricordavo.



6 commenti:

  1. So che sembrerà una bestemmia ma a me La grande bellezza è piaciuto ma non mi ha entusiasmato. La società di ricchi annoiati, drogati, nullafacenti mi disgusta. Qualcuno ha ricordato la dolcevita di Fellini e in effetti il film ricorda molto Fellini, ma non trovo niente di dolce nella descrizione di Sorrentino, un gusto di marcio, invece, e di putrefazione, benché Roma sia bellissima e ripresa in zone poco conosciute. Il film non ha trama, è uno sguardo quasi indifferente, o che si sforza di rimanere tale, su un mondo che non mi appartiene e nel quale mi sentirei persa, anche se capisco che è parallelo a quello che vivo, a volte tangente. Preferisco lo sguardo di Virzì, sempre coinvolto, sempre duro, ma che alla fine ama la gente, anche con le sue debolezze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora visto "Il capitale umano" (lo farò sicuramente) ma un'amica mi diceva che, pur scandalizzata per certe realtà che metteva in scena, il film è utile perchè mostra la deriva della nostra società. Forse bisognerebbe dire di "certa" società.
      Di questo film non ne ho intuito il messaggio e non so se andrò a vederlo. Chissà....

      Elimina
  2. Ora sì direi che è da vedere, pareri molto discordanti ne ho già letti, non mi resta che giudicare da me. Sono felicissima che l'Italia si è aggiudicata la statuetta d'oro.
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì, il commento di Vitamina è stimolante e invita a constatare di persona se si possono condividere le sue impressioni.
      Benvenuta Carlafamily, mi fa piacere il tuo arrivo perchè mi ha dato occasione di vedere il tuo blog che ho trovato insolito e interessante.
      Ciao!

      Elimina
  3. Sari, non guardare il film. Sei troppo intelligente per apprezzare una simile accozzaglia di fesserie e di non-sense. Quanto all'Italia ed alla "gloria" per il premio, mi vien sinceramente da ridere. Per noi qualsiasi riconoscimento è come una caramella per un bambino che, dal mondo, riceve solo meritatissime pedate. Noi smettemmo di "essere" con la controriforma, per questo trionfiamo quando facciamo dell'accademia: nessuno capisce che il re è nudo, americani compresi. Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giba, raccolgo ovunque pareri come il tuo e mi sa che non spenderò 8 euro per andare a vederlo. La sera ascolto hollywood party, alla radio, e l'aria di festa per questa vittoria era già nell'aria, durante le selezioni. Se valgono, per i premi cinematografici, le stesse regole di quelli editoriali, stiamo freschi.
      (Quanti "re" ci sono al mondo?... e son tutti nudi)
      Ciao!!!

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.