mercoledì 29 gennaio 2014

Campagna di don Ciotti sulla legalità

Cliccare sulla scritta

Campagna proposta  da Libera e Gruppo Abele

Il Senato ha  appena votato alla modifica della legge sul voto di scambio
 chiesta dal gruppo e sostenuta da 377.000 persone

Secondo il nuovo testo, nello scambio elettorale politico-mafioso sarà punito, oltre all’erogazione di denaro, anche lo scambio di “altra utilità”. Il candidato che promette 
al mafioso, in cambio di voti, ad esempio informazioni su appalti, posti di lavoro, 
cariche, protezione dalle attività di polizia, potrà essere perseguito dalla legge. 
Un punto fondamentale perché la norma sia realmente efficace.

Testo copiato fedelmente dalla new letter inviata ai  firmatari della proposta



.

2 commenti:

  1. Io ho promesso a un candidato che se non fa quel che ha promesso lui gli rompo il collo.
    E' voto di scambio anche questo?
    Ciao Sari.

    RispondiElimina
  2. Dunque, vediamo... Minacce, aggressione (a mano armata o meno), ricatto, uso di mezzi coercitivi... uhm... non c'è voto di scambio ma quel che ti sarebbe imputato ti vedrebbe al fresco per un bel po'.
    Ti piacciono le arance o le mele? Così quanto verrò a farti visita saprò cosa portare. ;)))))))))

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.