mercoledì 24 aprile 2013

Cantare il sociale

Tutto più chiaro che qui






È tutta stesa al sole, vecchio, 
questa vecchia storia. 
Tutta nelle tue gambe, 
e nella tua memoria. 
Che hai visto il Tevere quand'era giovane, 
che si poteva nuotare, 
che hai visto il cielo quand'era libero, 
che si poteva guardare. 
E hai visto l'aquila volare. 

Io da qui vedo il cielo inchiodato alla terra, 
e la terra attraversata da gente di malaffare, 
e vedo i ladri vantarsi e gli innocenti tremare, 
vedo i ladri vantarsi e gli innocenti tremare. 

Ma tu, dimmi che cosa vedi adesso tu? 
Che adesso quasi non ci vedi più. 
Dimmi che cosa vedi tu da lì. 
Dimmi che è tutto più chiaro che qui, 
tutto più chiaro che qui. 

E dimmi che potrò capire, 
e dimmi che potrò sapere, 
e dimmi che potrò vedere, 
un giorno anch'io così, 
tutto più chiaro che qui. 
Anch'io così, tutto più chiaro che qui, 
tutto più chiaro che qui. 

È tutta stesa al sole, 
questa vecchia storia, 
tutta sulle tue spalle, vecchio, 
e sulla tua parola. 
Che hai visto piovere sulle rovine, 
e le montagne crollare 
e hai visto il sangue e le stelle alpine 
e la neve bruciare. 
E hai visto l'aquila volare. 

Io da qui vedo uomini caduti per terra 
e nessuno fermarsi a guardare. 
E gli innocenti contendersi e gli assassini ballare 
e gli innocenti corrompersi e gli assassini brindare. 

Ma tu, dimmi che cosa vedi adesso tu? 
Che adesso quasi non ci vedi più. 
Dimmi che cosa vedi tu da lì. 
Dimmi che è tutto più chiaro che qui, 
tutto più chiaro che qui. 
E dimmi che potrò capire, 
e dimmi che potrò sapere, 
e dimmi che potrò vedere, 
un giorno anch'io così, 
tutto più chiaro che qui. 
Anch'io così, tutto più chiaro che qui, 
tutto più chiaro che qui. 

2 commenti:

  1. Ci sono degli artisti che in un momento illuminato ci dicono cosa stiamo facendo o cosa abbiamo fatto e lo mettono in musica per farcelo capire meglio, perchè le parole siano sottolineate dai suoni e ci restini impresse
    De Gregori ha spesso di questi momenti illuminati
    e ad ascoltarlo non si direbbe che abbia un caratterino da stargli ben distante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che commento interessante, non sapevo del caratteraccio di De Gregori ma spesso gli artisti sono intrattabili. Anche i santi lo erano.. dicono di alcuni che fossero sempre in "missione" perchè invisi ad ogni comunità.
      Ciao! :)))

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.