giovedì 25 aprile 2013

25 aprile


25 aprile 1945 - 25 aprile 2013






.............................................................................

“Voialtri tornerete a casa vostra. Potrete dirlo, quello che avete patito, e allora tutti ci penseranno prima di farne un’altra, di guerre.”
                                           .............................................................................


Così  dice Renata Viganò nel suo "L'Agnese va a morire"  dove tratteggia, con  parole prive di enfasi ma per questo più incisive,  chi è l'essere umano, cosa patisce chi è sotto scacco,  com'è fatta e cosa costa la lotta per la libertà. 
Ce lo dice ancora oggi che siamo in una guerra economica,  meno  sicuri del pane quotidiano e di avere conservato quei diritti che sono stati pagati così duramente dai nostri padri.  
Cerchiamo di avere a cuore e  cura della politica, amiamola come strumento essenziale di vita...  ne va del nostro destino e quello  dei  nostri figli. 

.

4 commenti:

  1. Parole semplici che gridano, quelle di Renata Viganò; parole semplici che scaldano, le tue, Sari.
    Un sereno, consapevole e luminoso 25 aprile a te e a tutte le amiche e amici di questo bel posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Franz, il romanzo-testimonianza della Viganò è un documento e andrebbe letto nelle scuole, ammesso che già non lo si faccia. Tu ed io conosciamo l'impegno personale e credo sia a causa di quel cielo che ci ha visti nascere.
      Ciao, buona giornata.

      Elimina

  2. Oggi come oggi, quel loro sacrifico è qualcosa da mettere più che mai in evidenza e nel ricordarli, ricordiamo che chi ha dato la vita, l'ha donata con immenso coraggio perché nel loro cuore si aprivano visuali di orizzonti e speranze nuove, che purtroppo in questi momenti, sotto il disarmante eco della crisi, si stanno "offuscano" e la speranza di un futuro migliore viene "allontanata" ogni giorno di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è come dici, Nilo, ma spero nelle persone e se non nella maturità e consapevolezza, sarà il bisogno a farà cadere quel velo che da troppi anni ci offusca la vista.
      Buona giornata di sole, ciao!

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.