sabato 16 febbraio 2013

Ci sono giorni in cui

Ci sono giorni così, con un po' di tristezza di cui sai e non sai... giorni grigi d'un sole di cui non t'importa.  La faccia seria delle persone in fila alla cassa del supermercato, è normale, la senti tua.
Ma poi...
... poi mi arriva un sms di un'amica cara.
... poi il cassiere, un ragazzo che pareva avere quindici anni  e s'è fatto crescere un gran barbone per dimostrarne trenta,   sotto la matassa riccia e scura sorride come al solito e  non ha fretta.
... poi il ragazzo che offre il giornale Piazza Grande s'accorge di averlo finito, prende le mie monete e dice che no, se ho pagato debbo avere il giornale e ne va a recuperare una copia per me.
... poi, allo stop che immette sulla via Emilia, un signore mi lascia passare rischiando nuovamente il semaforo rosso.
... poi un amico mi consola con due righe scritte, così belle che le ho stampate.

Come ho fatto a pensare che questa fosse una giornata grigia?
Guarda... anche i pensieri han preso un'altra piega e mi han fatto diventare ottimista.
Ci sono giorni così.. colorati d'un color  donato.

8 commenti:

  1. E si sa che "a color donato..."
    io credo che non fosse grigia la giornata ma eri grigia te
    son sicuro che se tu non fossi stata ben disposta non avresti capito il gesto del giornalaio, non avresti visto il sorriso sotto la barba ecc.
    Solo noi siamo gli artefici della nostra felicità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Massimo, grazie.
      A volte abbiamo bisogno che qualcuno ci ridia fiato, che ci faccia da specchio per poterci ritrovare.
      "Piazza grande", non l'ho specificato, è il giornale dei senza casa e il ragazzo era un dignitoso barbone. Preciso questo per spiegare il suo gesto dignitoso... non voleva il mio denaro senza darmi niente in cambio.
      Siamo davvero noi gli artefici della nostra felicità? Non si è felici da soli, occorre sempre qualcuno che ci dica: hai visto quel raggio di sole?
      Ciao e tante grazie per quel che hai scritto.

      Elimina
  2. Non posso permettermi il lusso di essere triste e neanche preoccupato. Ci sarebbe il rischio di trasmettere questa tristezza, questa grigità, a persone che già di loro avrebbero ben donde di esserlo, tristi, ma riescono a sorridere, a ridere, ogni tanto a cantare, per soffocare il magone che hanno dentro.
    Talvolta aiutando me ad attenuare il magone mio, che sono costretto a soffocare.
    Ciao, che il sole ti sorrida in questo fine settimana (e, al diavolo la tirchieria, per tutta la settimana prossima).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Non posso permettermi il lusso... "
      Io questo lusso, oggi, me lo sono concesso e ora lo sento come un privilegio.
      Grazie tante Gattonero, m'hai dato ulteriore respiro.
      Tanto sole per te e per chi canta per farti contento.(Che grande ricchezza!)
      Ciao. :)

      Elimina
  3. Non sapevo ci fosse un giornale. "Piazza grande" è il titolo di una splendida canzone di Dalla, in cui mi ci ritrovo....
    Ciao Sari, ti abbraccio. E' tanto vero che esser soli non si sta proprio benissimo, tanto quanto non è vero che siamo SOLO noi gli artefici del nostro destino. Almeno io non credo sia così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La piazza principale di Bologna, piazza Maggiore, è chiamata piazza Grande da tutti noi bolognesi. Dalla, mio concittadino, abitava vicino a quella piazza e l'ha celebrata in quella bella canzone. "Piazza Grande" è il giornale dei senzatetto, acquistandolo si aiuta l'organizzazione che li aiuta concretamente.
      Anch'io credo sia più facile essere felici, se si è in due, ma Massimo voleva forse dire che la felicità dobbiamo favorirla, lavorare per ottenerla e se questo è il suo punto di vista ha ragione.
      Abbraccio ricambiato. Ciao Dana

      Elimina
  4. Certi colori, anche quando sono donati, funzionano solo con delle tele particolarmente capaci di riceverli, o delle carte particolarmente fotosensibili.
    Per molti, direi la maggioranza, il grigio resta grigio.

    Salutone arcobaleno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franz, arcobaleno per tutti, anche per te che di colori ne hai tanti.
      Buona domenica, ciao!

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.