lunedì 28 gennaio 2013

Battute o...


Sarà stata, come dicono, una battuta infelice (raccapricciante, detta il 27 gennaio) ma è stata detta.
E' ulteriore macigno sulle vittime e sulla storia.
Un punto a favore della divisione interna.
Un dispregio che oggi tocca a qualcuno, domani sarà per tutti.
Ricordiamocene.


.

8 commenti:

  1. hai fatto bene a non nominare l'innominato, che forse l'ha fatto con lo scopo di farsi nominare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non si redimerà mai. Condivido la tua ipotesi.
      Ciao Francesco, buona giornata.
      Qui sta nevicando.

      Elimina
  2. E' la insaziabile voglia di apparire e far parlare di se
    a qualunque costo
    In fondo un idiota se non dice idiozie che idiota è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che battuta arguta, Massimo. :)
      Siamo stanchi di sentire certe cose, vero? Abbiamo fatto un pieno di vent'anni.
      Ciao.

      Elimina
  3. Che bella battuta, Massimo : "un idiota che non dice idiozie che idiota è?" quasi quasi che dite, ne facciamo un aforisma?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lili, cercatrice e produttrice di aforismi!
      :)))

      Elimina
  4. A Firenze si dice: apre bocca e dà fiato. E questo purtroppo di fiato ne ha ancora tanto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quanto ci costa! Ciao Cangalina.
      Sari

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.