sabato 22 settembre 2012

Parlare una lingua meravigliosa

Piccolo omaggio a Lucio Dalla e Roberto Roversi che ora si trovano a comporre musiche e parole in luoghi a noi sconosciuti.
Grazie, artisti straordinari.






Tu parlavi una lingua meravigliosa
(Dalla - Roversi)

 
I sassi della stazione sono di ruggine nera
sto sotto la pensilina dove sventola adagio una bandiera.
In un campo una donna si china su due agnelli appena nati
striscia al vento nudo sopra il fuoco...il fuoco violento dei prati.
Un uccello, isolato, raccoglie sopra un vagone abbandonato
il cielo grande d'ottobre e gli strappa il fianco bianco e gelato,
intorno, dopo la notte, ci sono tronchi sporchi di mosto
e mille macchine in fila laggiù in un deposito nascosto.
Apro il giornale e provo a leggere per nascondermi un poco
mentre lei parla ad un uomo ed io riconosco il suo suono un poco roco.
Chiudo il giornale, la guardo, lei è voltata e non mi vede,
i capelli sono biondi e sono tinti; dunque lei alla vita non cede.
Vuoi guardarmi?
Occhio della mente, occhio della memoria
una donna è vecchia quando non ha più giovinezza
e ascolto la marea del cuore perchè siamo vicini.
L'ho ritrovata per caso ma non è più una ragazza.
Vorrei chiamarla e dirle
le volpi con le code incendiate non parlano ma gridano pazze
fra gli alberi per il dolore.
Sediamoci per terra oppure là sopra panchine imbiancate,
sediamoci sopra un letto di foglie secche ed ascoltiamo il nostro cuore.
Ci siamo scordati e perduti
ti ritrovo adesso all'improvviso dentro una piccola stazione
in un giorno grigio d'ottobre
tu non mi guardi neppure io solo ho l'inferno nel cuore
perchè la vita è una goccia che scava la pietra del viso.
E ogni mattina, ogni sera io parto e ritorno da solo
come il ragazzo che ero.
Non posso più bruciare in un volo
il treno arriva, si ferma
la mia ombra sale parte scompare
io ti vedo giovane ancora
come in un sogno dileguare.


.


6 commenti:

  1. Una lingua comprensibile nella marea del cuore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mark, buona domenica.
      Un caro saluto.

      Elimina
  2. Mi ha colpito trovare il tuo blog Vocedivento proprio ora che sul mio ho pubblicato un post dal titolo Venti dell'anima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credi al caso? Ho visitato il tuo blog, perciò non lo credo. Sento mio questo vocedivento, scritto tutto attaccato, dove si possono mettere spazi, a piacere, fra le parole.
      Benvenuto fra le mie conoscenze, seguirò quel che condividi con i tuoi lettori. Ciao.

      Elimina
  3. Un bellissimo modo di ricordare questi due nostri concittadini...
    Grazie Sari:)
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo concittadini di valore, grandi artisti generosi e, per questo, ancora più grandi.
      Ciao con abbraccio, Lara carissima.
      Sari

      Elimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.