giovedì 19 luglio 2012

Non possiamo dimenticare

........ GIOVANNI FALCONE -  PAOLO BORSELLINO
Oggi ricorre in ventesimo anniversario della strage di via D'Amelio in cui persero la vita il giudice Borsellino e la sua scorta. Anche noi perdemmo qualcosa di importante, quel giorno e  siamo ancora in attesa, attiva e vigile, di ritrovarle:  verità e giustizia.

In questa mia pagina vorrei ricordarli insieme, i due magistrati che ci hanno fatto sognare e le persone della loro scorta, che hanno condiviso la loro sorte: 

Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina

Non siete morti invano perchè, come dicono i vostri/nostri  cari giovani, le vostre idee camminano sulle nostre gambe.

.

7 commenti:

  1. Nessun commento...perchè non è facile commentare un dolore ed una sconfitta ancora così presente e devastante...
    loro sono morti, e coloro che li amavano dovranno continuare a vivere con il cuore straziato... esiste qualche lenimento, conforto, sollievo? non mi sembra...non mi sembra...

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, LILI, e chi cerca di non farli dimenticare vede, come me, che questa strage di gente perbene pare non finire mai.
    Io faccio e farò quel che posso perchè tutto questo malaffare finisca e che chi si professa onorevole deve esserlo sul serio.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Certo amica mia testardamente giusta e solidale e partecipe! Ti ammiro tanto! In questi ultimi tempi, in occasione di questi tragici anniversari, ho avuto modo di rivedere la registrazione e risentire in tv, la moglie di uno degli agenti della scorta di Falcone in chiesa durante la funzione funebre che in lacrime imponeva agli assassini di venire ad inginocchiarsi in cambio del perdono, ben sapendo che mai quei bruti lo avrebbero fatto...e io al solo pensarla piango con lei, povera moglie e madre che ha dovuto continuare a vivere con questa enormità di dolore...spero tanto che Dio esista! Ed aggiungo che questa speranza la dice tutta, su quanta ne abbia io, sulla giustizia umana.

    RispondiElimina
  4. Dio esiste, Lili, e in "Io e Dio" Mancuso ci dice perchè crede... non lo fa con le sue personali osservazioni (non solo, almeno) ma citando antichi e moderni pensatori.
    Sottoscrivo quel che hai scritto e il sentimento che ha mosso la tastiera.
    Ciao cara.

    RispondiElimina
  5. scusa l'arbitrarietà. non c'entra nulla col post: ho perduto con la rottura del pc la tua mail. fai la cortesia di mandarmi una letterina (sempre al solito indirizzo). bastano due parole. con l'occasione t'informo di aver preso nota e risposto al commento in cui citi mancuso
    (post "letture"). ciao e grazie

    RispondiElimina
  6. Ciao Adriana,:))) un caro saluto.
    Sari

    Fatto, Antonypoe. Grazie.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.