domenica 16 ottobre 2011

Parole e fatti

Avrei voluto esserci ieri, a Roma... e idealmente c'ero perchè condividevo l'indignazione dei manifestanti, il bisogno di far sapere che non siamo caproni e che non ne possiamo più di privilegi per pochi a danni dei più e di leggi ad uso personale. Stanchi di pagare per l'incapacità di gestire il pubblico, di vedere la scuola svilita e il lavoro che manca e con lui la mancanza di futuro. Stanchi di chi mette le mani nelle nostre tasche e nella qualità della nostra vita.
La manifestazione italiana era attesa, e da noi e da chi intendeva usarla per scopi altri e mi indigna sentire, oggi, il presidente dei senatori del Pdl che parla, alla radio, di violenti e di odio (oddio!) senza dividere e/o specificare.
Allibisco. Dio non voglia che domani qualcuno di quei manifestanti pacifici si trovi in galera, con l'accusa d'essere preoccupato per il suo futuro.


.

7 commenti:

  1. Bruciare macchine e bidoni dell'immondizia non serve a nessuno se non al potere per poi criminalizzare un movimento intero. Ogni giorno in Italia muoiono 3 operai sul posto di lavoro ma non ne parla nessuno.

    RispondiElimina
  2. non siamo caproni?
    forse capretti?
    ciao :)

    RispondiElimina
  3. Dici bene, Cangala, si sa quel che fa comodo e il resto... ma c'è il web e qui le notizie corrono.
    (Che dirà Ant di questo mio verbo? Mah... :)))

    RispondiElimina
  4. Ma guarda questo signor A. come irride il mio post!
    Gli schieramenti sono pericolosi ma a volte occorre parteggiare. Io sto con gli indignati non violenti.
    Tu non ti schieri mai, lo vedo bene, ma credo sia indispensabile, in questo momento storico.
    Serve augurarti una buona giornata?
    :)))

    RispondiElimina
  5. ondivagavo, come quasi sempre, tra il serio e il faceto.
    considerando i capretti come vittime.
    con chi mi dovrei schierare? non vedo grandi differenze in fondo. tutto molto teorico.
    buonissima giornata, cara sari

    RispondiElimina
  6. Sì sì sì, non si sa in che file schierarsi ma noi potremmo stare dietro un pensiero che reputiamo giusto, qualsiasi testa l'abbia partorita. Cerco di schierarmi con il buon senso e la giustizia sociale.
    Urca che cose toste ho detto, per fortuna ho detto anche un bel "cerco".
    Buona giornata a te, caro Antony.

    RispondiElimina
  7. portati la lanterna di diogene :)
    ciao

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.
Gli utenti anonimi saranno cancellati.