mercoledì 7 settembre 2011

Leggendo i giornali

Fra le tante notizie lette oggi, mi ha colpito il discorso della leader della maggiore organizzazione sindacale che, parlando di una testata giornalistica, la ringraziava perchè stava dalla loro parte.  Secondo me, stare dalla parte di qualcuno vuol dire parteggiare senza stare tanto a sottilizzare sui torti e le ragioni e per questo  motivo la frase, forse sfuggita, non mi è piaciuta.
I nostri rappresentanti dovrebbero curare con più attenzione i loro discorsi pubblici...


.

10 commenti:

  1. hai ragione a sottilizzare. quel "stare dalla parte" può dare fastidio. non conoscendo i termini del discorso mi limito a proporre in alternativa un "dare appoggio". ciao

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Le parole sono pietre, nonostante il loro peso, volano veloci e piombano pesantamente.

    Un bacio amica cara.

    Arcangela

    RispondiElimina
  4. Viene data poca attenzione alle parole, a volte sembra che non si sappia più il loro significato: quanto cambia invece il senso di una frase usando un termine piuttosto che un altro!

    RispondiElimina
  5. Concordo. Soprattutto perché sarebbe ora di smetterla con queste guerre di parte. I giornali dovrebbero impuntarsi ed essere più liberi. Altrochè continuare a dare la colpa al Berlusca, quando sono i giornalisti in primis che non possono fare a meno di abbassare la testa porgendola alle logiche di partito e ai tornaconti!

    RispondiElimina
  6. Oppure poteva dire: che ci dà voce.
    Buona serata Antony, ciao.
    Sari

    RispondiElimina
  7. Mi piace quel che dici, Cangala. Pesanti come pietre, e gravano sulle nostre povere spalle.

    Ciao cara.
    Sari

    RispondiElimina
  8. Sì Nonnatuttua, occorrerebbe dare importanza alle parole ma chi ci guida un giorno dice una cosa e il giorno dopo il suo contrario, senza pagare pena. Come siamo caduti in basso.
    Ciao cara.
    Sari

    RispondiElimina
  9. Ciao Carolina, benvenuta.
    L'imperativo di questi anni è stato: dividere, separare ad ogni costo e con qualsiasi mezzo.
    E noi ci siamo divisi, cadendo nel gioco preparato. Non mi stupisce notare come siano nati tanti piccoli orticelli con paletti ben ficcati nel terreno, piuttosto mi allarma vedere come chi deve mantenere i nervi saldi non abbia dato l'allarme o posto rimedio.

    Buona serata e grazie del tuo intervento, ciao Carolina.
    Sari

    RispondiElimina
  10. Ancora per Carolina.
    I giornali sono al soldo del padrone e non stupisce vedere il totale asservimento. Torneremo a leggere un giornale come si deve? Smetteranno di divulgare dati falsi? E di dare spazio alle vere notizie invece del gossip? Spero, lo auguro di cuore.

    Ciao.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.