sabato 18 dicembre 2010

Erich Fromm

"Quando mi metto davanti ad una persona posso tener conto di ciò che è in questo momento, con i suoi pregi e i suoi difetti.  Ma posso anche fare attenzione a ciò che può diventare. In ogni persona, per quanto limitata sia, esiste un “io” profondo che attende impazientemente di essere realizzato.
Amare una persona significa mettersi al servizio di questo “io” per aiutarla a realizzarsi.
Amare l’altro vuol dire chiamarlo all’esistenza, farlo vivere, farlo essere di più.
Ma chi conosce veramente il limite estremo dell’altro?
Chi può dire qual è il punto oltre il quale non può più crescere?
Per amare l’altro allora bisogna dare fiducia all’altro, dargli credito.
Guardarlo con speranza."

(Dagli scritti di Erich Fromm)

...

Guardare  con speranza, per me, vuol dire innanzitutto preservare me stessa da quello scoramento che mi porterebbe troppo in basso.
Non spero per generosità, lo faccio per me.

10 commenti:

  1. Nessuno è mai riuscito a dare una definizione dell'amore, nemmeno Fromm. Tantomeno Yung che si innamorò di una sua paziente.
    Ci sono sentimenti, appunto, come l'amore, assolutamente inspiegabili perchè irrazionali. Buon Natale Sari

    RispondiElimina
  2. è un po' anche il mio atteggiamento: da un lato analizzo e rilevo, dall'altro ho fede. diciamo però che di solito non mi pongo in una prospettiva necessariamente evolutiva in senso positivista e attivo. mi limito a non disconoscere negativamente. buona serata

    RispondiElimina
  3. Grazie del tuo messaggio, Cangala.
    Questa è una settimana de fuego per noi... ma ci troveremo ancora per scambiarci gli auguri.
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Ciao Anonimo.
    Non è bellissimo non aver strumenti per sezionare un sentimento così stupendo come l'amore?
    Quando si ama tutto diviene più facile e le energie che si attivano "bagnano" prima di tutto noi.
    Buon Natale anche a te.

    RispondiElimina
  5. Ciao Sognoametista.
    I tuoi capolavori sono qui, davanti a me, un vero richiamo per lo sguardo... sei stata bravissima.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Ciao Antonypoe,
    mi abituerò alla tua scrittura un tantino ermetica :) e commenterò al volo... per adesso vado a rileggerti.
    Buona serata, ciao.

    RispondiElimina
  7. ah ah! hai ragione: sono un tantino laconico. occorrerebbe tempo e spazio. poi non sono neppure la persona indicata per fare grandi discorsi. in due parole: intendevo che ho un po' di pudore a propormi (fromm: "chiamarlo all'esistenza, farlo vivere"). buon giorno. io sono mattiniero. vedo che tu sei più serotina

    RispondiElimina
  8. Antonypoe, sei anche una persona di spirito.
    Quel brano di Fromm, che ho riportato, mi piace molto ed ogni tanto lo rileggo. Mi chiama alla responsabilità nei confronti del mio prossimo che solo se guardato con amore, esiste.
    Anch'io sono solitamente mattiniera ma in queste feste il tempo debbo impiegarlo diversamente ed allora uso la sera per stare con tutti voi.
    E' un vero piacere.
    Buonaotte.

    RispondiElimina

Grazie per avere trascorso un poco di tempo in questo nostro spazio.